Testo completo della Solenne Promessa dell’Austria

In considerazione del danno inaccettabile causato alle vittime delle esplosioni e delle sperimentazioni delle armi nucleari ...;

Consapevoli del fatto che le conseguenze immediate, a medio e a lungo termine dell’esplosione di un’arma nucleare risultano significativamente più gravi di quanto si ritenesse in passato ... arrivando potenzialmente a minacciare la sopravvivenza dell’umanità;

Riconoscendo la complessità e l’interrelazione tra tali conseguenze per la salute, l’ambiente, l’infrastruttura, la sicurezza alimentare, il clima, lo sviluppo, la coesione sociale e l’economia globale, conseguenze che sono sistemiche e potenzialmente irreversibili;

Consapevoli che il rischio dell’esplosione di un’arma nucleare è oggi significativamente più elevato di quanto si ritenesse in precedenza...;

Consapevoli del fatto che il rischio che le armi nucleari possano essere usate ... potrà essere evitato solo quando tutte le armi nucleari saranno state eliminate;

Sottolineando che le conseguenze ... riguardano la sicurezza dell’umanità intera ... e sollevano profonde questioni di ordine morale ed etico che vanno oltre il dibattito sulla legalità delle armi nucleari;

In considerazione del fatto che non esiste alcuna capacità di risposta nazionale o internazionale in grado di rispondere in maniera adeguata ... e che tale capacità con tutta probabilità non esisterà mai;

Affermando che è nell’interesse della sopravvivenza dell’umanità che non vengano mai più usate le armi nucleari, in nessuna circostanza;

Ribadendo il ruolo cruciale delle organizzazioni internazionali e delle agenzie ONU pertinenti, del movimento della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa, dei rappresentanti eletti, delle università e della società civile nel conseguire l’obiettivo condiviso di un mondo libero da armi nucleari;

Noi riteniamo essere responsabilità nostra, e di conseguenza sottoscriviamo questa Solenne Promessa. Promettiamo solennemente di perseguire l’imperativo della sicurezza umana per tutti e di promuovere la protezione dei civili dai rischi derivanti dalle armi nucleari;

Ci appelliamo a tutti gli Stati Parti del TNP affinché rinnovino il proprio impegno alla realizzazione piena e urgente degli obblighi contratti in base all’articolo VI, e a questo scopo di identificare e perseguire le misure efficaci necessarie a colmare il vuoto giuridico per realizzare la proibizione e l’eliminazione delle armi nucleari e ci impegniamo a cooperare con tutti le parti al fine di realizzare questo obiettivo;

Ci appelliamo a tutti gli Stati militarmente nucleari affinché intraprendano provvedimenti immediati per ridurre il rischio di detonazioni di armi nucleari, compresa la riduzione dello status operativo delle armi nucleari, e la rimozione delle armi nucleari dall’effettivo dispiegamento per una custodia sicura nei depositi, riducendo il ruolo delle armi nucleari nelle rispettive dottrine militari insieme alla riduzione tempestiva di tutti i tipi di armi nucleari;

Promettiamo solennemente di cooperare con tutte le parti coinvolte, gli Stati, le organizzazioni internazionali, il movimento internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa, parlamentari e società civile, in ogni azione che miri a stigmatizzare, proibire ed eliminare le armi nucleari per le loro conseguenze umanitarie inaccettabili e tutti i rischi ad esse connessi.

Ultimo numero

Identità maschile
MAGGIO 2017

Identità maschile

Essere uomini oggi: cosa cambia?
Fragilità e stereotipi, ruoli ed emozioni,
in una società complessa e fluida:
è tempo di ridefinire un’identità di genere plurale.
È tempo di scrivere relazioni nuove e più autentiche.
abbonatiscrivi ad alexscrivi alla redazione

articoli correlati

  • AMBIENTE

    Le Guardiane della Terra

    Con sguardo e mani di donna.
    Salvare l’ambiente è indispensabile.
    Nasce un Coordinamento al femminile di associazioni attive nella difesa ambientale.
    Rita Cantalino
  • AMBIENTE

    Dal clima in poi

    Il fallimento degli accordi di Parigi COP21 sul clima pesano sul futuro dell’umanità. Equivalgono a una dichiarazione di guerra generalizzata.
    Che ne sarà delle risorse naturali e della sopravvivenza dei popoli?
    Rodrigo Rivas
  • POTERE DEI SEGNI

    La cura della casa

    A pochi giorni dall’anniversario del disastro della centrale nucleare di Chernobyl, è bene riscoprire la nostra vocazione alla bellezza di cui siamo custodi.
    La casa comune ci è stata affidata e dobbiamo prendercene cura.
    Sergio Paronetto
  • POTERE DEI SEGNI

    Coltivare la bellezza

    È nostro compito è custodire il creato riponendo sulla faccia di questo nostro pianeta uno sguardo di tenerezza. Perché si possa realizzare il sogno di Isaia.
    Sergio Paronetto
  • MOVIMENTI

    La Valle resiste ancora

    La lunga storia di un popolo che difende la propria terra da progetti di devastazione ambientale e di grandi opere. La valle, i No Tav e il mondo cattolico.
    Gruppo Cattolici per la Vita della Valle
  • GIUSTIZIA

    Ecogiustizia è fatta

    Dopo 21 anni l’Italia ha la legge sugli ecoreati.
    Ecco cosa vuol dire e cosa prevede.
    Stefano Ciafani
Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.4.1.62