COMUNICATO STAMPA

Alla ricerca dell'identità

Il convegno “alla ricerca dell'identità, personale, sociale, politica, culturale, religiosa, lavorativa, migrante, mediatica, di genere…”, che si terrà il 25 giugno 2016, dalle 9 alle 19, presso la Cittadella di Assisi (PG), è organizzato dalla Pro Civitate Christiana e dall’Ass. CIFORMAPER - Gestalt Ecology®, nell’ambito delle iniziative annuali tematiche di formazione continua della Cittadella.

Nel nostro tempo così mobile e privo di certezze l’identità è un costrutto in costante trasformazione, che rischia di essere troppo fragile, o al contrario arroccato e corazzato.

Chi sono io, chi vorrei diventare, sono domande ormai poco praticate. Ci si definisce più facilmente attraverso la paura di chi è diverso. Ogni formula di identità umana, per costruirsi, ha bisogno degli altri, ma dove il bisogno di sicurezza si fa predominante sul bisogno di contatto sociale, allora saremo portati a cercare una identità collettiva difensiva, che ci protegga dalla paura verso il mondo esterno.

Come persone, come comunità sociali, come migranti, come lavoratori, come donne e uomini del terzo millennio siamo tutti alla ricerca dell’identità e abbiamo bisogno oggi più che mai di porre a noi stessi queste domande: chi sono io? Chi siamo noi?

Il grande antropologo Ernesto De Martino, nel suo libro “Il mondo magico” (1948), definiva l’identità soggettiva come “presenza”, come sentimento dell’esserci, “esserci come persone dotate di senso in un contesto dotato di senso” e rilevava come tutte le comunità e gli individui tendono a difendersi dal rischio esistenziale primario, e universale, della “perdita della presenza”.

Qualcuno potrebbe anche dire: “c’era una volta l’identità”. In questa occasione noi preferiamo approcciare l’indagine su questo tema nel quadro delle relazioni, nei contesti dell’antropologia, della sociologia, della psicologia, della filosofia, della fede, delle scienze umane.

La nostra riflessione prenderà avvio da alcune domande:

  • Come si costruisce e si trasforma l’identità nelle nostre vite e nelle nostre esperienze sociali?
  • Come ci muoviamo oggi tra le tante facce dell’identità che le singole persone e le comunità sociali sperimentano?
  • Che grado di coesione e coerenza ha la nostra identità di persone e di gruppi sociali?
  • Come ci difendiamo dalle tante forme di “perdita della presenza” a cui siamo esposti?

Durante la mattinata esploreremo l’identità nel complesso rapporto tra biologia e società, nelle sue angolature di riconoscimento sociale reciproco e universale, per soffermarci poi sull’identità di genere in equilibrio tra natura e cultura e sulla ricerca di un ritmo personale, fino alla valenza di apertura al dialogo di cui l’identità cristiana può tornare a riappropriarsi.

Nel pomeriggio, seguiremo insieme la strada delle identità migranti, in particolare per gli adolescenti e le seconde generazioni, per occuparci poi delle identità religiose, della nuove formule identitarie connesse alla trasformazione del lavoro e delle nuove domande che vengono poste all’identità maschile e femminile.

Concluderemo con le forme del “nuovo io”, col bisogno di riconoscimento e il bisogno di unicità, insieme alla nuove formule attraverso cui si sviluppa e si costruisce l’identità, nell’epoca della connettività diffusa e dei social network, dove sembra sfumare il confine tra interno ed esterno.

iscrizione gratuita    –    Scarica il programma 

Informazioni e iscrizioni:

Rosella De Leonibus, Sede Umbra Ass. CIFORMAPER: r.deleon@tin.it, 075 5003036

Ultimo numero

Apocalisse nucleare?
APRILE 2017

Apocalisse nucleare?

L’obiettivo finale dell’eliminazione totale delle armi nucleari
diventa sia una sfida sia un imperativo morale e umanitario.
Papa Francesco
28 marzo 2017
abbonatiscrivi ad alexscrivi alla redazione

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.4.1.62