Salva con nome

22 marzo 2017 - Tonio Dell'Olio

Nel cuore di chi vi ha partecipato c’è un traffico di sentimenti e di emozioni che non permette di esprimere come in una cronaca la giornata del 21 marzo. Memoria e impegno. Ricordo delle vittime di mafia. Ci sono le centinaia di migliaia di ragazzi e ragazze che in tante piazze e aule d’Italia hanno deciso consapevolmente di metterci la faccia. Studenti che non hanno marinato la scuola, piuttosto hanno preferito partecipare ad un’altra lezione. Che hanno cliccato su “salva con nome” per strappare all’anonimato centinaia di persone che per questo Paese e per un mondo migliore hanno dovuto pagare il prezzo più alto. Studenti che hanno cantato fuori dal coro. Preti e vescovi fuori dalle sagrestie. Sindaci con i gonfaloni delle proprie città a fare la strada e - si spera - a fare strada a una cittadinanza nuova. Una giornata intensa di Politica alta così come vorremmo che fosse. Sempre. L’immagine che forse meglio di altre raccoglie tutti i significati è quella dei bambini di una scuola dell’infanzia. Tutti con un cartellone al collo dov’era disegnato un fiore. Semplicemente un fiore. E, tutti in fila indiana, con una mano stringevano una fune per non perdersi. La preghiera che è più di un semplice auspicio è che non ci perdiamo. In nessun modo. Anche le immagini del 21 marzo, insieme ai nomi delle vittime, devono essere “salvate con nome” in una cartella speciale della nostra coscienza. Per il nome del file si può scegliere tra “nuova cittadinanza”, “impegno quotidiano”, “corresponsabilità” o “camminare in cordata” come quei bambini.

Ultimo numero

Identità maschile
MAGGIO 2017

Identità maschile

Essere uomini oggi: cosa cambia?
Fragilità e stereotipi, ruoli ed emozioni,
in una società complessa e fluida:
è tempo di ridefinire un’identità di genere plurale.
È tempo di scrivere relazioni nuove e più autentiche.
abbonatiscrivi ad alexscrivi alla redazione

articoli correlati

  • Pio La Torre

    26 aprile 2017 - Tonio Dell'Olio
  • 21 marzo Giornata nazionale
    MAFIE

    21 marzo Giornata nazionale

    È legge. È nazionale la Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime di mafia. Perché dal dolore dei familiari nasce la speranza.
    E l’impegno di tutti nella lotta alle mafie.
    Tonio Dell’Olio
  • PRIMO PIANO LIBRI

    Pio La Torre

    Nelle pagine di un libro, nelle parole del figlio, la vita, l’impegno e il coraggio civile e umano di un grande testimone della lotta alla mafia.
    Gina Abbate
  • PROGETTI

    Quanto vale un pomodoro

    L’esperienza di una cooperativa sociale nella trasformazione di un luogo agricolo da lavoro sommerso a opportunità occupazionali serie.
    Pietro Fragasso
  • INIZIATIVE

    Frammenti di Lea

    Giovani e lotta alla criminalità.
    Perché la legalità sia un indiscusso valore civico, in Basilicata si ricorda Lea Garofalo.
    Anna Rotundo
  • CHIESA

    Peccati di mafia

    La mafia è una struttura di peccato? Perché?
    Se lo chiede Rosario Giuè nel suo nuovo libro su Chiesa e potere mafioso.
    Abbiamo intervistato l’autore.
    Rosa Siciliano
Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.4.1.62