La follia delle armi nucleari

29 marzo 2017 - Tonio Dell'Olio

In questi giorni a New York è in corso la “Conferenza delle Nazioni Unite finalizzata a negoziare uno strumento legalmente vincolante per proibire le armi nucleari, che conduca verso la loro totale eliminazione”. Roba da prima pagina a caratteri cubitali nell’agenda dell’umanità. Tra le poche voci che si sono levate in questi giorni (in Italia l’appello di Caritas e Pax Christi) c’è ancora una volta la puntuale e ferma presa di posizione di Papa Francesco che ha indirizzato un messaggio ai partecipanti alla Conferenza. “Un’etica e un diritto basati sulla minaccia della distruzione reciproca – e potenzialmente di tutta l’umanità – sono contraddittori con lo spirito stesso delle Nazioni Unite” – scrive il Papa. E ancora: “Se si prendono in considerazione le principali minacce alla pace e alla sicurezza con le loro molteplici dimensioni in questo mondo multipolare del XXI secolo, come, ad esempio, il terrorismo, i conflitti asimmetrici, la sicurezza informatica, le problematiche ambientali, la povertà, non pochi dubbi emergono circa l’inadeguatezza della deterrenza nucleare a rispondere efficacemente a tali sfide”. E in effetti, prima ancora che una scelta fondata su un’etica condivisa, l’eliminazione delle armi nucleari, peraltro presenti anche in Italia nelle basi USA di Ghedi e di Aviano, sarebbe dettata dal buon senso. “Simile motivo di preoccupazione emerge di fronte allo spreco di risorse per il nucleare a scopo militare, che potrebbero invece essere utilizzate per priorità più significative, quali la promozione della pace e dello sviluppo umano integrale, così come la lotta alla povertà e l’attuazione dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile”.

Ultimo numero

Nell'era della globalizzazione
NOVEMBRE 2017

Nell'era della globalizzazione

Tutto diventa globale e il “pensiero unico” occidentale si materializza
come intreccio di poteri e forme di dominio…
Nell’arena globale, le multinazionali ricoprono il vuoto lasciato
dallo Stato-nazione e questo è il più grave danno
per ogni sforzo di democrazia.
Noam Chomsky
abbonatiscrivi ad alexscrivi alla redazione

articoli correlati

  • Violenza, nonviolenza e globalizzazione
    NOVEMBRE 2017

    Violenza, nonviolenza e globalizzazione

    Atti del Seminario del Centro Studi Economico-Sociali per la Pace di Pax Christi Italia
    A cura di Siriana Farri e Rosa Siciliano
  • Guerra nucleare?
    ULTIMA TESSERA

    Guerra nucleare?

    Le tensioni tra Usa e Corea del nord hanno radici lontane.
    Qual è il rischio reale oggi?
    Quale soluzione è ipotizzabile?
    Angelo Baracca
  • Armas nucleares

    Pax Christi International realiza un evento paralelo al de la ONU para dialogar sobre el último borrador del tratado que prohíbe armas nucleares
    www.paxchristi.net
  • ICAN Nobel per la pace

    6 ottobre 2017 - Tonio Dell'Olio
  • Nucleare

    Pax Christi International realiza un evento paralelo al de la ONU para dialogar sobre el último borrador del tratado que prohíbe armas nucleares por Alice Kooij Martinez, Oficial Principal de Abogacía
    Pax Christi International
  • Il mondo ha detto NO
    NUCLEARE

    Il mondo ha detto NO

    Uno storico Trattato dell’Onu ha messo al bando le armi nucleari.
    Il ruolo della società civile, l’importanza della norma internazionale, i passi ancora da compiere.
    Alice Kooij Martinez
Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.5.4