Si conclude il progetto “Il mondo è donna 2022”, rassegna di eventi dedicata al ruolo delle donne nella cultura e nell’attivismo mondiali. L’edizione di quest’anno è stata dedicata alle donne attiviste nel Sudamerica.

Nella bellissima cornice del Parco delle Semirurali, vi proponiamo due eventi per venerdì 24 giugno Legati entrambi da un richiamo all’Argentina:

alle ore 18.30 incontro con l’attivista argentina Claudia Korol / ospite d’eccezione!
Patriarcato, Capitalismo e Colonialismo. Lotta femminista e educazione popolare in America Latina"

alle ore 20.30 Concerto di Ginevra di Marco che reinterpreta le canzoni della cantante argentina Mercedes Sosa: “La Rubia canta la Negra

Entrambe le iniziative rientrano nella rete delle Semirurali Social Park

Qui di seguito i dettagli dei due eventi!

Patriarcato, Capitalismo e Colonialismo.
Lotta femminista e educazione popolare in America Latina.
Conversazione con Claudia Korol
In occasione della pubblicazione in italiano del libro di Claudia Korol “Le rivoluzioni di Berta” sulle lotte di Berta Caceres in Honduras, l’antropologa Marina Della Rocca e Sabrina Bussani della Biblioteca Culture del Mondo converseranno con l’autrice,
giornalista e attivista argentina di femminismo ed educazione popolare.
Partendo dalle esperienze in America Latina l’incontro vuole stimolare il confronto tra prospettive femministe sulla lotta al patriarcato, al capitalismo e al colonialismo.

venerdì 24 Giugno, ore 18.30, Parco delle Semirurali, Via Alessandria 15, Bolzano

Claudia Korol: attivista, giornalista, educatrice popolare, ha partecipato a diverse lotte sociali e indigene. Si occupa di educazione popolare e formazione politica in organizzazioni di femministe, di contadini e di piqueteros.
È autrice di numerosi testi tra cui Caleidoscopio de rebeldías (2006), Feminismos populares. Pedagogías y políticas (2017) e Las Revoluciones de Berta, conversaciones con Berta Cáceres (2018)
Marina Della Rocca: antropologa, insegnante e formatrice. È stata operatrice di un centro antiviolenza e ricercatrice sul tema della violenza di genere nel suo intreccio con i processi migratori.
Sabrina Bussani: Biblioteca Culture del Mondo, si occupa da anni di diritti dei popoli indigeni e di America Latina.

L’incontro è sostenuto da C.I.C.A., Collettivo Italia Centro America. In collaborazione con la Biblioteca Culture del Mondo, il Centro per la Pace e La Strada-der Weg.

***
La Rubia canta la Negra
Concerto in memoria di Mercedes Sosa
La serata del 24 giugno continua con un concerto della cantante Ginevra di Marco basato sul suo album di successo “La Rubia canta La Negra”,
nel quale omaggia Mercedes Sosa reinterpretando alcuni dei suoi più grandi successi.

venerdì 24 Giugno, ore 20.30, Parco delle Semirurali, Via Alessandria 15, Bolzano

Mercedes Sosa fu una cantante folklorica e attivista argentina di fama internazionale, nota anche semplicemente come “La Negra”.
Nata nel 1935 in Argentina, si appassiona fin da subito alla musica popolare e socialmente impegnata. Costretta all’esilio dalla dittatura militare argentina nel 1979, continuerà a viaggiare per il mondo,
portando il suo messaggio e la bellezza della cultura sudamericana ad un pubblico internazionale.
Rientrata in Argentina dopo la caduta del regime, ha continuato la sua opera fino alla morte, il 4 ottobre 1979, per cui venne decretato un lutto nazionale di tre giorni.
Le sue sono canzoni militanti e di rivendicazioni. Veri e propri inni che negli anni della dittatura militare ne denunciarono le violenze,
raccontando storie semplici o portando i grandi temi della sua vita sulle note della musica popolare.
Lo spettacolo è stato pensato, arrangiato e prodotto con Francesco Magnelli (pianoforte e “magnellophon”) e Andrea Salvadori (chitarre, mandolino e elettronica).

Dott.ssa Marianna Montagnana
--
Caritas Diözese Bozen-Brixen / Caritas Diocesi Bolzano-Bressanone
Centro per la Pace / Friedenszentrum

Piazza Gries 18, I-39100 Bozen / Grieserplatz 18, I-39100 Bolzano

Tel: Tel. Gries 18 +39 0471 402 382 Fax: Tel. Sparkassenstraße 1 +39 0471 067 404
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.caritas.bz.it