Medici Senza Frontiere e Confronti a “Il Cinema in Piazza” con un documentario sulla Libia.

8 luglio - Medici senza Frontiere e Confronti presentano a Piazza San Cosimato “Libya, No Escape From Hell” di Sara Creta.

6 luglio 2022 – Testimoniare ciò che accade nei centri di detenzione in Libia e nel Mediterraneo centrale è l’obiettivo della serata organizzata da Medici Senza Frontiere (MSF) e la rivista Confronti, nell’ambito de “Il Cinema in Piazza”, la manifestazione di cinema estiva promossa dall’associazione Piccolo America.

L’appuntamento è per venerdì 8 luglio, in Piazza San Cosimato, alle 21:15, con la presentazione del documentario “Libya, No Escape From Hell”, realizzato dalla giornalista Sara Creta.

Sul palco, per un dibattito sulla rotta migratoria del Mediterraneo, la più letale al mondo, insieme all’autrice del documentario, ci saranno Juan Matias Gil, capomissione MSF per le operazioni di ricerca e soccorso (SAR) nel Mediterraneo centrale, Michael Magok, tra i protagonisti del film, sopravvissuto alla detenzione e alle violenze in Libia e Valentina Calderone, direttrice di A Buon Diritto onlus. Modera Claudio Paravati, della rivista Confronti.

“Per noi è essenziale dare spazio all’interno della rassegna Il Cinema in Piazza a serate come questa – dichiara Valerio Carocci, presidente dell’associazione Piccolo America – che consentono di tenere alta l’attenzione su storie troppo spesso dimenticate e chiedere alle istituzioni che le cose cambino. Lo facciamo nel modo in cui ci riesce meglio, attraverso il cinema, e collaborando con realtà impegnate attivamente”.

“La disperazione è la prima emozione che vediamo nei volti dei sopravvissuti quando ci avviciniamo con le barche di salvataggio” afferma Juan Matias Gil, capomissione SAR di MSF. “Una volta sulla Geo Barents questa disperazione si trasforma in sollievo, le persone hanno come l’impressione di svegliarsi da un lungo incubo, ma la ferita, visibile e invisibile, impiegherà molto tempo per rimarginarsi”.

“Il cinema, e la stampa, devono impegnarsi a tenere accesi i riflettori su quanto accade in Libia e nel Mediterraneo – ha aggiunto, infine, il direttore di Confronti Claudio Paravati – Ho ascoltato i racconti di chi ha vissuto quei luoghi durante la lavorazione del docufilm Centootto in cui, con Giuseppe Bellasalma e Michele Lipori, abbiamo raccolto le voci dei pescatori di Mazara del Vallo, imprigionati nelle carceri libiche. È fondamentale continuare a portare agli occhi del pubblico la testimonianza di questo orrore”.

MSF e Confronti sono rispettivamente charity partner e media partner de “Il Cinema in Piazza”.

L’ingresso è libero e gratuito senza necessità di prenotazione.

“Libya, no escape from hell”: il documentario di Sara Creta

In Libia sono migliaia i migranti provenienti dai diversi paesi dell’Africa, attualmente bloccati nei centri di detenzione in condizioni disumane, mentre l’Europa discute invano sulla loro sorte. Ufficialmente riconosciuti dalla comunità internazionale e gestiti dal governo libico, questi centri sono dei veri e propri campi di lavoro forzato, tortura e violenza nelle mani di milizie corrotte. Un documentario che tenta di aprire gli occhi un sistema criminale, mentre la Corte Penale Internazionale indaga sulle violazioni dei diritti umani che vi sono perpetrate.

MSF in Libia e nel Mediterraneo centrale

MSF lavora nei centri di detenzione libici dal 2016, fornendo assistenza sanitaria e supporto psicologico. Nei centri di detenzione a Tripoli le équipe di MSF offrono cure mediche e organizzano il trasferimento dei pazienti in ospedali e cliniche della capitale libica per ricevere cure specialistiche.

MSF è scesa per la prima volta in mare nel 2015 per supplire al vuoto lasciato dalla chiusura di Mare Nostrum e rispondere a un numero inaccettabile di morti. Con otto diverse navi umanitarie, MSF ha contribuito a salvare oltre 82.000 vite in mare, in coordinamento con la Guardia Costiera italiana e altre autorità competenti. Attualmente MSF è impegnata in attività di ricerca e soccorso con la nave Geo Barents.

Confronti, Centro Studi e Rivista, ha lavorato sin dalla sua nascita sui più ampi temi della migrazione, dell’integrazione, del dialogo tra le differenze, anche religiose, attraverso la comunicazione giornalistica, la ricerca scientifica, la produzione culturale (podcast, pubblicazioni, etc.), divenendo un interlocutore chiave e riconosciuto su questi temi a livello nazionale e con una rete di relazioni internazionali in crescita.

Il Cinema in Piazza è la manifestazione, a ingresso gratuito e senza obbligo di prenotazione, che porta il grande cinema nelle piazze di Roma, affiancando all'intrattenimento incontri e dibattiti su temi sociali di grande attualità.

Vi aspettiamo!

Tutto il programma sul sito https://ilcinemainpiazza.it/


Mosaico di pace, rivista promossa da Pax Christi Italia e fondata da don Tonino Bello, si mantiene in vita solo grazie agli abbonamenti e alle donazioni.
Se non sei abbonato, ti invitiamo a valutare una delle nostre proposte:
https://www.mosaicodipace.it/index.php/abbonamenti
e, in ogni caso, ogni piccola donazione è un respiro in più per il nostro lavoro:
https://www.mosaicodipace.it/index.php/altri-acquisti-e-donazioni