Scrivi le tue riflessioni rispetto agli avvenimenti di attualità o commenta i nostri articoli. In questa sezione pubblichiamo articoli di lettori, amici e simpatizzanti della rivista. Per richieste e pubblicazioni, scrivi in redazione: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Senza la pace non si può costruire nulla: essa è il pilastro il fondamento della vita civile e spirituale, ma essa deve germogliare innanzitutto dentro di noi, deve traboccare attraverso una vita ricca e piena.

Gentile sig. Hubert du Mesnil,
scriviamo una lettera aperta a Lei per il ruolo che ricopre all'interno della società TELT (Presidente) e per quello che ha ricoperto, fino a pochi mesi fa, all'interno del prestigioso Collège des Bernardins di Parigi (Direttore).
Siamo rimasti colpiti da alcuni passaggi della riflessione sulla “Bienheureuse humilité” (Beata umiltà) che Lei ha redatto per il Magazine du Collège* lo scorso luglio.
In particolare Lei scrive: “Cette période de crise que nous avons traversée a été une école d’humilité... Nos certitudes, nos prévisions, nos projets… tout a été remis en cause. Ce que personne n’arrivait à faire ou n’osait imaginer a été obtenu par une mystérieuse contagion qui a pris possession de la planète”.

Care amiche e amici, socie e soci di Karama,
ci sembra doveroso scrivervi per informarvi degli avvenimenti che si stanno susseguendo nel Sahara Occidentale e della situazione che stanno affrontando le bambine/i bambini sahrawi che vivono nei campi profughi vicino a Tindouf. Forse ne avrete sentito parlare in qualche trasmissione (TG3) a ora tarda !! Il silenzio omertoso dei media è l'atteggiamento prevalente.

È morto ieri mattina a Lione a 91 anni a causa di un ictus, mons. Henri Teissier, arcivescovo emerito di Algeri. Al paese di cui aveva la nazionalità mons. Teissier è rimasto legato fino alla fine, tanto che aveva espresso recentemente ad amici algerini il rammarico di non poter rientrare a causa della sospensione dei voli.

La radice del pensiero e dell’azione di mons. Tonino Bello – don Tonino, come amava essere chiamato – sta nelle sua attenzione e dedizione ai poveri, derivategli dall’educazione della madre, convinta terziaria francescana. Negli ultimi tempi don Tonino amava ripetere: “Ama la gente, soprattutto i poveri e Gesù, tutto il resto non conta”.

A nostro parere, i provvedimenti a carico di don Paolo Pasetto, allontanato da Marcellise (ne scrive “L’Arena” del 14 novembre), sono espressione del clericalismo tenace presente nella Chiesa locale. Teologicamente miope, umanamente cattivo e incomprensibile a molti, esso tende a squalificare un’esperienza di profondo significato evangelico.

La notte di giovedì 12 novembre le forze armate marocchine hanno violato l’accordo di cessate il fuoco firmato tra le due parti in conflitto nel Sahara Occidentale – Fronte Polisario e il Regno del Marocco – inviando forze militari attraverso la zona cuscinetto di Guerguerat, con azioni contro i civili saharawi che dal 21 ottobre manifestavano pacificamente contro l’apertura di una breccia nel limite invalicabile definito dagli accordi del 1991.

Luigi Sandri, giornalista e teologo, autore di questo testo edito da Aracne Editore (2018), riprende un'espressione - gaucho - che richiama il poema epico El Gaucho Martin Fierro, del 1872, di Josè Hernandez con cui si rappresentava il cavallerizzo audace, generoso, ospitale e fedele. Dando del gaucho a papa Bergoglio, l'autore lo definisce uomo affettuoso e tenace, custode del passato ma pronto a cogliere l'avanzare inarrestabile della modernità.

Un libro, edito da San Paolo, a cura di Paolo Merlo (2020), con testo ebraico a fronte, fa parte di una ricca collana di traduzioni e commentari dei testi biblici, accompagnati da un accurato apparato testuale e filologico e da un commento teologico. In tal modo il curatore offre la possibilità di leggere le Scritture in una versione italiana che assicuri la fedeltà alla lingua originale, senza rinunziare alla qualità letteraria. 

Missionario e pastore, dapprima operaio tessile: Claret Antonio Maria, canonizzato l'8 maggio 1950, è stato arcivescovo a Cuba, scrittore, confessore presso la Corte di Spagna e padre del Concilio Vaticano I.

L’annessione di ampie porzioni della Cisgiordania, al centro del programma del governo Netanyahu-Gantz, è ancora all’ordine del giorno, anche se la data del primo luglio, indicata per la sua realizzazione, è passata senza che nulla accadesse. C’è chi pensa che Netanyahu non si farà sfuggire l’occasione di passare alla storia come colui che ha riportato all’interno di Israele i territori storici della Giudea e della Samaria. Ma c’è anche chi dubita che l’annessione venga fatta.