Scrivi le tue riflessioni rispetto agli avvenimenti di attualità o commenta i nostri articoli. In questa sezione pubblichiamo articoli di lettori, amici e simpatizzanti della rivista. Per richieste e pubblicazioni, scrivi in redazione: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Amava ripeterlo spesso prima di essere stato assassinato il 13 dicembre del 1998 nel Burkina Faso. Ciò che più temeva non era la cattiveria dei malvagi ma il silenzio dei buoni. Lui, giornalista e militante della notizia, sapeva perché questo detto era importante per lui. Norbert Zongo è una delle icone dei giovani ancora oggi nel Burkina e altrove dove le orme di Thomas Sankara non sono state cancellate.

Ragazzi per niente adulti che s’improvvisano guerrieri senza Dio, a fattaccio sopravvenuto, nella consueta dis-abitudine a consegnare contenuto e sostanza alle parole, il mondo adulto rincara la dose, come se la sola punizione fosse sufficiente a prevenire il danno. La pietà è divenuta un bene introvabile, e quando miracolosamente ci si sbatte addosso, è interpretata come una sorta di propensione al rischio dei soli adolescenti.

È meno lontano di quanto si creda. L’altro mondo è a portata di volo, anzi di crisi. Un mondo umanitario fatto su misura come i pret à porter dei negozi alla buona che si trovano nei quartieri della città.

Mi commuove sempre salire sul terrazzo di casa a tarda notte, per accarezzare con gli occhi del cuore la mia Città che, inzuppata nelle luci e nel silenzio, a me che l’amo dona un senso di paternità.
E commuove, commuove ancor di più avvertire che al tuo amore la Città risponde con l’amore, e ti accoglie, ti parla, si fida e ti confida i suoi sogni più belli, le sue ferite, le sue solitudini, i suoi abbandoni.….

A partire da Genesi 4, 1-15 – Una parola per Caino

In questi giorni sta raccogliendo firme in tutto il mondo una lettera aperta a papa Francesco (partita dalla Repubblica Ceca, dall’Austria, dalla Germania, dalla Società europea per la ricerca teologica) che dice così:

Caro e stimatissimo papa Francesco,
le tue iniziative pastorali e la loro fondazione teologica sono oggi sottoposte a un veemente attacco da parte di un gruppo nella Chiesa.

Puntuale come un orologio svizzero. L’Harmattan, il vento del deserto, ha cominciato a soffiare sulla polvere del Sahel. Caldo di giorno e fresco o freddo la notte. Un vento irregolare, locale, che setaccia il deserto e porta con sé quanto rimane della sabbia. Una polvere fine che si accomoda ovunque senza essere stata invitata. Per qualche mese dell’anno il sole si nasconde a tratti e persino i volti si trasfigurano.

Gli abitanti del quartiere di Centocelle, a Roma, protestano a ragione per l’impatto del costruendo Pentagono italiano sul parco archeologico e la sua area verde (il manifesto, 29 ottobre). C’è però un altro impatto, ben più grave, che passa sotto silenzio: quello sulla Costituzione italiana.

Papa Francesco e Donald Trump: Pressing del Papa su Trump e Kim. Undici Nobel per la pace chiederanno il disarmo atomico

Ci è mancato don Cesare Massa, di Vercelli. Quando fui nominato Presidente di Pax Christi Italia, lo trovai nel piccolo numero di membri col desiderio di dar vita a una apertura della Sezione italiana, allora orientata da un Segretario, un  industriale toscano che la vedeva come un appoggio alla Democrazia cristiana, in particolare ai suoi settori più conservatori.

Ormai la guerra è compatibile con tutto! Il povero Giovanni XXIII, per aver fatto vera assistenza spirituale ai militari italiani condividendone le sofferenze in trincea, senza stellette, come prete semplice, ora si trova sugli stendardi dei nostri ufficiali-preti che partecipano a un esercito con bombe nucleari che fa missioni di “pace” bombardando anche con droni.


Mosaico di pace, rivista promossa da Pax Christi Italia e fondata da don Tonino Bello, si mantiene in vita solo grazie agli abbonamenti e alle donazioni.
Se non sei abbonato, ti invitiamo a valutare una delle nostre proposte:
https://www.mosaicodipace.it/index.php/abbonamenti
e, in ogni caso, ogni piccola donazione è un respiro in più per il nostro lavoro:
https://www.mosaicodipace.it/index.php/altri-acquisti-e-donazioni