Mosaico della Domenica

Gv 1,6-8.19-28 

Venne un uomo mandato da Dio: il suo nome era Giovanni. Egli venne come testimone per dare testimonianza alla luce, perché tutti credessero per mezzo di lui.
Non era lui la luce, ma doveva dare testimonianza alla luce.

Questa è la testimonianza di Giovanni, quando i Giudei gli inviarono da Gerusalemme sacerdoti e levìti a interrogarlo: «Tu, chi sei?». Egli confessò e non negò. Confessò: «Io non sono il Cristo». Allora gli chiesero: «Chi sei, dunque? Sei tu Elia?». «Non lo sono», disse. «Sei tu il profeta?». «No», rispose. Gli dissero allora: «Chi sei? Perché possiamo dare una risposta a coloro che ci hanno mandato. Che cosa dici di te stesso?». Rispose: «Io sono voce di uno che grida nel deserto: Rendete diritta la via del Signore, come disse il profeta Isaìa».
Quelli che erano stati inviati venivano dai farisei. Essi lo interrogarono e gli dissero: «Perché dunque tu battezzi, se non sei il Cristo, né Elia, né il profeta?». Giovanni rispose loro: «Io battezzo nell'acqua. In mezzo a voi sta uno che voi non conoscete, colui che viene dopo di me: a lui io non sono degno di slegare il laccio del sandalo».
Questo avvenne in Betània, al di là del Giordano, dove Giovanni stava battezzando.
 

Mi verrebbe da ripetere ciò che trovo di profonda e sagace ironia ma anche di grande insegnamento: "Dio esiste ma non sei tu! Rilassati". In questa seconda presentazione del Battista, il quarto evangelista sembra un pittore dalle pennellate sapienti e nette, tanto da esordire dicendo semplicemente: "Venne un uomo…". Ecco: un uomo. Non un profeta, un angelo, uno disceso dal cielo, ma semplicemente un uomo. Nemmeno "il più grande tra i nati da donna" o l'appartenente alla casta sacerdotale. No. Un uomo. E in quel vero e proprio interrogatorio cui viene sottoposto, non dirà mai: "Io sono" ma piuttosto: "Non sono". Di lui si dice semplicemente che è un uomo e che è testimone. E l'unica volta che dice "Io sono" è per dire che è voce. Una voce che peraltro grida nel deserto. Come mi piacerebbe che i credenti fossero innanzitutto uomini e donne. Così, senza apparenze rigide e senza segnali di riconoscimento. Un uomo. Che si riconoscessero dalla testimonianza, leggera come una piuma. Di più: come una voce.