Pena di morte

Nel 2004 sono state eseguite almeno 3797 condanne a morte in 25 Paesi e ne sono state inflitte almeno 7395 in 64 Paesi.
Amnesty International ha chiesto alla Commissione dell’Onu sui diritti umani, riunita a Ginevra, di condannare la pena capitale come violazione dei diritti umani fondamentali.
Una manciata di Paesi è responsabile della maggior parte delle esecuzioni registrate nel 2004, ha affermato Marco Bertotto.
La Cina ha messo a morte almeno 3400 prigionieri ma secondo altre fonti la cifra reale sarebbe di circa 10.000 vittime.
In Iran le esecuzioni sono state almeno 159, in Vietnam almeno 64 e negli Usa 59, sei in meno rispetto al 2003.
La maggior parte dei prigionieri messi a morte non ha avuto diritto a un processo equo e molti di essi sono stati condannati sulla base di ‘prove’ estorte con la tortura.

Il rapporto “La pena di morte nel mondo: sviluppi nel 2004” è disponibile in lingua inglese all’indirizzo:
http://web.amnesty.org/library/index/ENGACT050012005

Ultimo numero

Fratelli e sorelle
MARZO 2019

Fratelli e sorelle

Questa Dichiarazione è un simbolo dell’abbraccio
tra Oriente e Occidente, tra Nord e Sud
e tra tutti coloro che credono che Dio
ci abbia creati per conoscerci, per cooperare tra di noi
e per vivere come fratelli che si amano.
Papa Francesco e il Grande Imam Al-Tayyib
“Documento sulla fratellanza umana per la pace mondiale
e la convivenza comune”
Abu Dhabi, 4 febbraio 2019
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.16