Discriminazione femminile

Fonte: Sir - Servizio informazione religiosa

“Le donne costituiscono la categoria più vulnerabile fra gli immigrati nell’UE, poiché sono oggetto di una doppia discriminazione basata sia sull’origine etnica sia sul sesso”: Rodi Kratsa-Tsagaropoulou, eurodeputata greca, ha portato nell’emiciclo del Parlamento di Strasburgo una relazione che sollecita “un rafforzamento delle strutture e dei servizi sociali per promuovere una più agevole integrazione delle immigrate”, cui “occorre anche garantire un’adeguata istruzione”.

Ultimo numero

Rigenerare l'abitare
MARZO 2020

Rigenerare l'abitare

Dal Mediterraneo, luogo di incontro
tra Chiese e paesi perché
il nostro mare sia un cortile di pace,
all'Economia, focus di un dossier,
realizzato in collaborazione
con la Fondazione finanza etica.
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.36