MANIFESTO DEGLI STATI GENERALI DELL’ANTIMAFIA PER UN'ITALIA LIBERATA DALLE MAFIE

Roma
19 novembre 2006
logo contromafie







Nuova pagina 1

NOI SOTTOSCRITTI  CITTADINI E CITTADINE, UOMINI E DONNE DI OGNI ETÀ,
CI IMPEGNIAMO INSIEME:

- AD AFFERMARE NELLA NOSTRA VITA QUOTIDIANA I VALORI DELLA PACE, DELLA SOLIDARIETÀ, DELLA LEGALITÀ DEMOCRATICA E DELLA CONVIVENZA CIVILE, CONTRO OGNI FORMA DI VIOLENZA, D'ILLEGALITÀ, DI VIOLAZIONE DELLA DIGNITÀ UMANA;

- A PROMUOVERE E PARTECIPARE A TUTTE LE INIZIATIVE, I PROGETTI, LE ATTIVITÀ NECESSARIE PER LIBERARE L'ITALIA DALLE MAFIE;

- A FAR VIVERE LA MEMORIA DELLE VITTIME DI MAFIA COME TESTIMONIANZA DI UN'ITALIA GIUSTA, CONSAPEVOLE, CORAGGIOSA E RESPONSABILE.

CHIEDIAMO AL PARLAMENTO E AL GOVERNO DI ASSUMERE, CONCRETAMENTE, LA LOTTA ALLE MAFIE COME UN'AUTENTICA PRIORITÀ NAZIONALE, AVVIANDO COSI' UNA STAGIONE DI FORTE DISCONTINUITÀ PER SUPERARE I RITARDI DEL PASSATO,  COSTRUIRE NEL NOSTRO PAESE UN PRESENTE VIVIBILE E DISEGNARE UN FUTURO DI SPERANZA.

AFFINCHÉ SIA DIFESA CON EFFICACIA LA NOSTRA DEMOCRAZIA E SIA GARANTITO IL RISPETTO DEI DIRITTI SANCITI DALLA COSTITUZIONE

 

PROPONIAMO DI:

 

DARE RISPOSTA ALLA DOMANDA DI GIUSTIZIA CHE VIENE DAI FAMILIARI DELLE VITTIME, SOSTENENDONE LE LEGITTIME ISTANZE E POTENZIANDO LE RISORSE E I MEZZI A DISPOSIZIONE DELLA MAGISTRATURA PER INDIVIDUARE OGNI RESPONSABILITÀ PER I  DELITTI  E LE STRAGI DI MAFIA;

GARANTIRE IL PIENO ED EFFETTIVO SOSTEGNO DELLO STATO AI TESTIMONI DI GIUSTIZIA, AFFINCHÉ LA SCELTA DI CONTRIBUIRE ALL'AFFERMAZIONE DELLA VERITÀ NON SIA PENALIZZANTE PER LA LORO VITA E LE LORO FAMIGLIE;

DEFINIRE E APPROVARE IN TEMPI RAPIDI UNA TESTO UNICO DELLA LEGISLAZIONE ANTIMAFIA, CAPACE DI SUPERARE LE ATTUALI DISFUNZIONI E GARANTIRE UNA PIÙ EFFICACE AZIONE DI CONTRASTO DA PARTE DELLE FORZE DELL'ORDINE E DELLA MAGISTRATURA;

ISTITUIRE UN'AGENZIA NAZIONALE PER LA GESTIONE DEI BENI SOTTRATTI ALLE MAFIE, IN MODO DA ASSICURARE RAPIDITÀ E TRASPARENZA NELL'ASSEGNAZIONE DELLE RICCHEZZE RESTITUITE ALLA COLLETTIVITÀ;

SOSTENERE LE COOPERATIVE E LE ASSOCIAZIONI IMPEGNATE NEL RIUTILIZZO SOCIALE DEI BENI CONFISCATI AFFINCHÉ LE LORO ESPERIENZE, A PARTIRE DAL MEZZOGIORNO D'ITALIA, DIVENTINO IL MOTORE DI UNA NUOVA ECONOMIA DELLA SOLIDARIETÀ;

COLPIRE I LEGAMI TRA MAFIA E POLITICA ATTRAVERSO LA REVISIONE  DEL REATO DI VOTO DI SCAMBIO E DELLA NORMATIVA SUI COMUNI SCIOLTI PER MAFIA, L'ESTENSIONE AI REATI DI CORRUZIONE DELLA LEGGE SUL RIUTILIZZO SOCIALE DEI BENI CONFISCATI;

RILANCIARE UNA STAGIONE DI CONTRASTO AL RACKET E ALL'USURA ATTRAVERSO L'ISTITUZIONE DI UN'AUTHORITY INDIPENDENTE, CHE TUTELI LE VITTIME GARANTENDO CERTEZZA E TEMPI RAPIDI NELL'EROGAZIONE DEL SOSTEGNO ECONOMICO;

INTRODURRE NEL CODICE PENALE I DELITTI CONTRO L'AMBIENTE, AL FINE DI PREVENIRE E CONTRASTARE L'ECOMAFIA E LA CRIMINALITÀ AMBIENTALE, CHE RAPPRESENTANO UNA MINACCIA ALLA SICUREZZA DEL NOSTRO PAESE;

ASSUMERE LA BATTAGLIA CONTRO L'ABUSIVISMO EDILIZIO COME UN IMPEGNO, CONCRETO E QUOTIDIANO, PER IL RIPRISTINO DELLA LEGALITÀ, ELIMINANDO IL RICORSO AI CONDONI EDILIZI E SOSTENENDO LE ATTIVITÀ DI DEMOLIZIONE E RIQUALIFICAZIONE DELLE AREE LIBERATE DAL CEMENTO ILLEGALE;

RIFORMARE LA NORMATIVA IN MATERIA DI APPALTI, SUB-APPALTI ED OPERE PUBBLICHE, ABOLENDO LA LEGGE OBIETTIVO E RAFFORZANDO LE ATTIVITÀ DI CONTROLLO, DALL'AGGIUDICAZIONE DEI LAVORI AI CANTIERI;

RICONOSCERE ALLE PERSONE OGGETTO DELLA TRATTA DI ESSERI UMANI LA CONDIZIONE DI VITTIME, RAFFORZARE LA RETE DI SOSTEGNO SOCIALE E ISTITUZIONALE AGLI UOMINI E ALLE DONNE CHE DENUNCIANO I LORO SFRUTTATORI;

COMBATTERE IL LAVORO NERO E IL CAPORALATO, CHE VEDONO SPESSO LA RIDUZIONE IN SCHIAVITÙ DI UN NUMERO CRESCENTE DI IMMIGRATI, ATTRAVERSO L'AFFERMAZIONE DEI LORO DIRITTI DI CITTADINANZA;

PROMUOVERE UNA NUOVA LEGGE ANTIDROGA CHE ABBIA COME CENTRALITÀ LA TUTELA DELLA SALUTE DELLE PERSONE E LA RIDUZIONE DELLA DOMANDA, ADEGUANDO L'ANALISI E LE MISURE DI CONTRASTO ALLA DIFFUSIONE, SEMPRE PIÙ CRESCENTE, DELLE DROGHE SINTETICHE;

RISCRIVERE LA LEGGE ANTI-DOPING, RAFFORZANDO GLI STRUMENTI DI LOTTA AL TRAFFICO DI SOSTANZE DOPANTI, ESTENDENDO LA TUTELA A TUTTI I CITTADINI E PROMUOVENDO, A PARTIRE DAI GIOVANI, I VALORI DI UNO SPORT ISPIRATO AI PRINCIPI DI LEALTÀ E RISPETTO DELLE REGOLE;

ISTITUIRE UN'AUTHORITY INDIPENDENTE  PER CONTRASTARE IL FENOMENO DEL RICICLAGGIO DI CAPITALI DI PROVENIENZA ILLECITA E ANALIZZARE LE CONNESSIONI, NAZIONALI E INTERNAZIONALI, SEMPRE PIÙ COMPLESSE, TRA ECONOMIA LEGALE E ILLEGALE;

PROMUOVERE L'INTRODUZIONE DI UNA NORMATIVA EUROPEA OMOGENEA IN TEMA DI LOTTA ALLE MAFIE, CHE CONSENTA UNA PIÙ EFFICACE AZIONE DI CONTRASTO DELLE ORGANIZZAZIONI TRANSANAZIONALI, LA CONFISCA E IL RIUTLIZZO SOCIALE DEI LORO BENI;

COLPIRE I TRAFFICI INTERNAZIONALI DI ARMI, LE "ZONE GRIGIE" E I PARADISI FISCALI IN CUI AVVENGONO LE TRIANGOLAZIONI, INTRODUCENDO IN PARTICOLARE IL REATO DI INTERMEDIAZIONE;

DIFFONDERE UN SAPERE DI CITTADINANZA CHE DALLA SCUOLA, ALL'UNIVERSITÀ, AL TERRITORIO VALORIZZI I GIOVANI COME PROTAGONISTI DI UN PROCESSO DI EDUCAZIONE PERMANENTE ALLA LEGALITÀ, ALLA CITTADINANZA E ALLA RESPONSABILITÀ;

COSTITUIRE UN OSSERVATORIO NAZIONALE PERMANENTE SULL'INFORMAZIONE IN TEMA DI MAFIE, TUTELARE IL DIRITTO DI CRONACA, RIDIMENSIONARE IL SEGRETO DI STATO, FAVORIRE REALMENTE L'EROGAZIONE DI FONDI PUBBLICI AD INIZIATIVE EDITORIALI INDIPENDENTI;

DEDICARE, CON UN PROVVEDIMENTO LEGISLATIVO, LA GIORNATA DEL 21 MARZO DI OGNI ANNO ALLA MEMORIA DI TUTTE LE VITTIME DI MAFIA.

 

Roma, 19 novembre 2006

 

Ultimo numero

Che cosa ti è successo Europa?
GIUGNO 2019

Che cosa ti è successo Europa?

Che cosa ti è successo, Europa umanistica,
paladina dei diritti dell’uomo,
della democrazia e della libertà?
Che cosa ti è successo, Europa madre di popoli e nazioni,
madre di grandi uomini e donne che hanno saputo difendere
e dare la vita per la dignità dei loro fratelli?
Papa Francesco, 2016
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.23