CAMPAGNE

Compro cose di pace

La Campagna “La mia spesa per la Pace” continua a crescere rivelando con forza la connessione economia-guerra.
Sergio Colombo (Campagna “La mia spesa per la Pace”)

14 febbraio 2003, Sedriano. Una voce risuona in una palestra gremita di persone: “Allora voi direte: cos’è che possiamo fare? Già questo è importante. Poi occorre un secondo passo: uscire dall’impotenza e sentire che voi oggi potete fare moltissimo attraverso azioni collettive... So che voi devotamente, nei fine settimana, andate a visitare quelle vostre nuove cattedrali, passeggiando... Guardate che là dentro, in quelle nuove cattedrali, nei nuovi supermercati, voi votate, il vostro voto al sistema lo date con quello che comprate... non succederà nulla se non ci rendiamo conto che dobbiamo incominciare a rimettere in discussione il nostro stile di vita, cominciando da pochissime cose”. È padre Alex Zanotelli, ospite della parrocchia di un paese della provincia di Milano.
Pochi minuti dopo padre Alex ringrazia e saluta e il popolo pacifista locale sale sui pullman diretti a Roma, per dare vita a quella che diventerà una delle più importanti giornate per il movimento mondiale contro la guerra in Iraq: il 15 febbraio 2003.
[...]

Note

Il testo integrale dell'articolo non è disponibile on line.
Se desideri sottoscrivere l'abbonamento al formato elettronico, ti preghiamo di contattare l'ufficio abbonamenti: abbonamenti@mosaicodipace.it

Ultimo numero

11 febbraio 1929
FEBBRAIO 2019

11 febbraio 1929

Riuscirà pian piano (o più rapidamente...)
la nostra Chiesa a essere, come le altre,
chiesa libera tra chiese libere?
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Note

    Il testo integrale dell'articolo non è disponibile on line.
    Se desideri sottoscrivere l'abbonamento al formato elettronico, ti preghiamo di contattare l'ufficio abbonamenti: abbonamenti@mosaicodipace.it
    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.16