POESIA

Il Requiem di Anna

La forza intramontabile della poesia, come memoria e come lotta; voce personale e di popolo: Anna Achmatova.
Anselmo Palini

Requiem è un poemetto frutto dell’orrenda esperienza dei diciassette mesi durante i quali quasi ogni mattina la poetessa russa Anna Achmatova si recava presso le carceri delle Croci di Leningrado, per avere notizie del figlio Lev che lì era imprigionato.
Dal desiderio di raccontare questa drammatica esperienza e dalla richiesta in tal senso che le viene fatta dalle altre donne, come lei, in attesa di notizie, nasce il poemetto Requiem, composto fra il 1939 e il 1940.
Il testo di Requiem non viene messo per iscritto. Troppo alto è il rischio, per Anna Achmatova, che venga scoperto: in tal caso l’arresto è sicuro.
[...]

Note

Il testo integrale dell'articolo non è disponibile on line.
Se desideri sottoscrivere l'abbonamento al formato elettronico, ti preghiamo di contattare l'ufficio abbonamenti: abbonamenti@mosaicodipace.it

Ultimo numero

Affare fatto
DICEMBRE 2019

Affare fatto

90 cacciabombardieri F35
14 miliardi di euro.
Una follia.
Il programma aeronautico
più costoso di tutti i tempi.
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Note

    Il testo integrale dell'articolo non è disponibile on line.
    Se desideri sottoscrivere l'abbonamento al formato elettronico, ti preghiamo di contattare l'ufficio abbonamenti: abbonamenti@mosaicodipace.it
    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.29