La croce e lo scettro

Da Loreto al Family Day, la storia di un prete di provincia diventato stratega nel nome di Wojtyla.
Marco Damilano

Nessuno ha regnato tanto sulla Chiesa italiana come lui: un ventennio. Quando ha lasciato l’incarico di presidente della Cei, all’inizio di marzo, è stata la fine di un’epoca.
Anche se continua a pesare sulla Conferenza episcopale: non solo per la personalità del suo successore, il mite Angelo Bagnasco, ma anche per la dirompenza delle sue ultime scelte. La nota che richiama i politici cattolici alla coerenza sui Dico. La manifestazione del 12 maggio di piazza San Giovanni, il Family Day. E una maggiore presenza sulla scena, lui che fino a tarda età è stato uomo schivo, un’eminenza grigia che lavorava nell’ombra.
[...]

Note

Il testo integrale dell'articolo non è disponibile on line.
Se desideri sottoscrivere l'abbonamento al formato elettronico, ti preghiamo di contattare l'ufficio abbonamenti: abbonamenti@mosaicodipace.it

Ultimo numero

Il potere dei segni
MAGGIO 2019

Il potere dei segni

Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Note

    Il testo integrale dell'articolo non è disponibile on line.
    Se desideri sottoscrivere l'abbonamento al formato elettronico, ti preghiamo di contattare l'ufficio abbonamenti: abbonamenti@mosaicodipace.it
    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.20