CAMPAGNE

Il liberismo uccide l’Africa

Gli Epa (Economic Partnership Agreements) sono accordi di libero scambio che vogliono mettere in concorrenza settori produttivi europei e africani.
Con quali squilibri?
Alberto Zoratti e Monica Di Sisto (Campagna “L’Africa non è in vendita”)

Le delegazioni dei 77 Paesi del Gruppo ACP (le ex-colonie di Africa, Caraibi e Pacifico) sono oggi impegnate, assieme all’Unione Europea (UE), a definire e negoziare un nuovo scenario che disciplini i reciproci flussi commerciali: gli Accordi di Partenariato Economico (Economic Partnership Agreements, EPA).
Gli EPA sono il terminale di arrivo di un percorso di riforma del quadro di regole commerciali previsto dall’Accordo di Cotonou (l’intesa, firmata nella capitale del Benin il 23 giugno 2000, prende il posto delle precedenti Convenzioni di Lomé nel gestire i rapporti di cooperazione allo sviluppo tra i Paesi ACP e i Paesi dell’Unione Europea). La cooperazione commerciale tra l’UE e i Paesi ACP nasce con gli Accordi di Yaoundé (1963-1975), i negoziati della decolonizzazione, aggiornati con le varie Convenzioni di Lomé a partire dal 1975.
[...]

Note

Il testo integrale dell'articolo non è disponibile on line.
Se desideri sottoscrivere l'abbonamento al formato elettronico, ti preghiamo di contattare l'ufficio abbonamenti: abbonamenti@mosaicodipace.it

Ultimo numero

Ponti
SETTEMBRE 2019

Ponti

Quando gli angeli si accorsero che gli sventurati uomini
non potevano superare i burroni e gli abissi
per svolgere le loro attività, al di sopra di quei punti
spiegarono le loro ali e la gente cominciò a passare su di esse.
Per questo la più grande buona azione è costruire un ponte.
Ivo Andrić
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Note

    Il testo integrale dell'articolo non è disponibile on line.
    Se desideri sottoscrivere l'abbonamento al formato elettronico, ti preghiamo di contattare l'ufficio abbonamenti: abbonamenti@mosaicodipace.it
    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.26