Appello ecumenico al dialogo cristiano-islamico

Cristiani e Musulmani in dialogo per la convivenza e la pace

Comunicato stampa n. 3
10 novembre 2003 - Comitato organizzatore

Roma, 10 Novembre 2003

Cari Amici, Care Amiche,
Siamo oramai a due settimane dalla giornata del dialogo cristianoislamico fissata per il 21 novembre prossimo, ultimo venerdì del Ramadan dell&_#8217;anno islamico 1424, data scelta, come già lo scorso anno, per recuperare il senso del gesto di Giovanni Paolo II che in occasione dell&_#8217;ultimo venerdì di Ramadan del 2001 volle condividere con il mondo islamico una giornata di digiuno. Molte sono le iniziative che si svolgeranno o che si stanno svolgendo in tutta Italia nell&_#8217;ambito della giornata del dialogo cristianoislamico. In un prossimo comunicato daremo conto di tutte le iniziative in corso e che saranno man mano pubblicate sul sito http://www.ildialogo.org.
Come lo scorso anno vogliamo dare alcune indicazioni, assolutamente non vincolanti e che ognuno può liberamente adattare alla propria realtà, su che cosa fare il prossimo 21 novembre:

1- Organizzare incontri pubblici fra cristiani e musulmani;
2- Invitare esperti a parlare delle opportunità e dei problemi delle relazioni cristiano-musulmane;
3- Visitare una moschea e rompere insieme il digiuno di Ramadan;
4- Invitare nella propria chiesa, in parrocchia o nella comunità un musulmano, immigrato o no, a raccontare la propria esperienza ("spazio di narrazione");
5- Pregare da soli, insieme, in comunità per la pace nel mondo e il ruolo delle religioni nel processo di pace. Nelle eucaristie, nelle Sante Cene e nelle divine liturgie di quel giorno e dei giorni seguenti, pregare per il dialogo ecumenico e interreligioso;
6- affermare, con un comunicato stampa, un volantino, una dichiarazione pubblica, il proprio rifiuto alla logica della guerra e dello "scontro di civiltà", a favore del dialogo ecumenico e interreligioso;
7- digiunare (come negli scorsi anni) e devolvere il risparmio ai poveri o ad azioni di solidarietà.

Vogliamo anche precisare che, come lo scorso anno, la data del 21 novembre non è tassativa, nel senso che l&_#8217;importante è che si tengano quante più iniziative possibili di dialogo fra cristiani e musulmani.
Vi invitiamo a comunicare per tempo al sito de &_#8220;Il Dialogo&_#8221; (redazione@ildialogo.org) le iniziative che organizzerete per la loro pubblicizzazione sul sito http://www.ildialogo.org.
Vi ricordiamo che quest&_#8217;anno l&_#8217;iniziativa per il 21 novembre si avvale del sostegno di diverse istituzioni del mondo cristiano italiano, sia cattolico che protestante. Alcune riviste come Confronti (http://www.confronti.net), Tempi di Fraternità (http://www.tempidifraternità.it) e Mosaico di Pace si sono rese disponibili a collaborare all&_#8217;organizzazione dei diversi incontri. Per informazioni si può telefonare anche ai seguenti numeri: 3291213885 oppure 3337043384.

Buon dialogo a tutti/e
Il Comitato Organizzatore

Ultimo numero

Ponti
SETTEMBRE 2019

Ponti

Quando gli angeli si accorsero che gli sventurati uomini
non potevano superare i burroni e gli abissi
per svolgere le loro attività, al di sopra di quei punti
spiegarono le loro ali e la gente cominciò a passare su di esse.
Per questo la più grande buona azione è costruire un ponte.
Ivo Andrić
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.26