Appello ecumenico al dialogo cristiano-islamico

Cristiani e Musulmani in dialogo per la convivenza e la pace

Comunicato stampa n. 3
10 novembre 2003 - Comitato organizzatore

Roma, 10 Novembre 2003

Cari Amici, Care Amiche,
Siamo oramai a due settimane dalla giornata del dialogo cristianoislamico fissata per il 21 novembre prossimo, ultimo venerdì del Ramadan dell&_#8217;anno islamico 1424, data scelta, come già lo scorso anno, per recuperare il senso del gesto di Giovanni Paolo II che in occasione dell&_#8217;ultimo venerdì di Ramadan del 2001 volle condividere con il mondo islamico una giornata di digiuno. Molte sono le iniziative che si svolgeranno o che si stanno svolgendo in tutta Italia nell&_#8217;ambito della giornata del dialogo cristianoislamico. In un prossimo comunicato daremo conto di tutte le iniziative in corso e che saranno man mano pubblicate sul sito http://www.ildialogo.org.
Come lo scorso anno vogliamo dare alcune indicazioni, assolutamente non vincolanti e che ognuno può liberamente adattare alla propria realtà, su che cosa fare il prossimo 21 novembre:

1- Organizzare incontri pubblici fra cristiani e musulmani;
2- Invitare esperti a parlare delle opportunità e dei problemi delle relazioni cristiano-musulmane;
3- Visitare una moschea e rompere insieme il digiuno di Ramadan;
4- Invitare nella propria chiesa, in parrocchia o nella comunità un musulmano, immigrato o no, a raccontare la propria esperienza ("spazio di narrazione");
5- Pregare da soli, insieme, in comunità per la pace nel mondo e il ruolo delle religioni nel processo di pace. Nelle eucaristie, nelle Sante Cene e nelle divine liturgie di quel giorno e dei giorni seguenti, pregare per il dialogo ecumenico e interreligioso;
6- affermare, con un comunicato stampa, un volantino, una dichiarazione pubblica, il proprio rifiuto alla logica della guerra e dello "scontro di civiltà", a favore del dialogo ecumenico e interreligioso;
7- digiunare (come negli scorsi anni) e devolvere il risparmio ai poveri o ad azioni di solidarietà.

Vogliamo anche precisare che, come lo scorso anno, la data del 21 novembre non è tassativa, nel senso che l&_#8217;importante è che si tengano quante più iniziative possibili di dialogo fra cristiani e musulmani.
Vi invitiamo a comunicare per tempo al sito de &_#8220;Il Dialogo&_#8221; (redazione@ildialogo.org) le iniziative che organizzerete per la loro pubblicizzazione sul sito http://www.ildialogo.org.
Vi ricordiamo che quest&_#8217;anno l&_#8217;iniziativa per il 21 novembre si avvale del sostegno di diverse istituzioni del mondo cristiano italiano, sia cattolico che protestante. Alcune riviste come Confronti (http://www.confronti.net), Tempi di Fraternità (http://www.tempidifraternità.it) e Mosaico di Pace si sono rese disponibili a collaborare all&_#8217;organizzazione dei diversi incontri. Per informazioni si può telefonare anche ai seguenti numeri: 3291213885 oppure 3337043384.

Buon dialogo a tutti/e
Il Comitato Organizzatore

Ultimo numero

La notte che ha cambiato il mondo
NOVEMBRE 2019

La notte che ha cambiato il mondo

Un dossier dedicato al Muro.
Quel Muro che ha condizionato la storia.
La notte tra il 9 e il 10 novembre 1989 la gente piccona,
distrugge e abbatte il Muro di Berlino.
E finisce un'era, dando inizio a una nuova.
Più sicura?
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.29