CHIAVE D’ACCESSO

Un futuro collettivo

Sta drasticamente diminuendo la capacità di progettare il domani. In questa rivoluzione antropologica acquista sempre più peso internet con la sua capacità di incarnare l’utopia concreta.
Alessandro Marescotti (a.marescotti@peacelink.it)

Prima di morire vedrò il socialismo. Questo diceva mio padre a mia madre quando si conobbero a metà degli anni Cinquanta. Poi si sposarono. Poi ebbero me. “Vedrò il socialismo”. Quella frase non gliel’ho mai sentita pronunciare in mia presenza. Non mi voleva influenzare politicamente. Ma sento di avere assorbito qualcosa di quell’attesa. In fondo mi aveva trasferito “antropologicamente” l’ansia di un futuro diverso, migliore, più giusto. Mio padre immaginava che, alla sua morte, la sua memoria sarebbe entrata in noi, nella lotta di tutti per un futuro diverso, migliore, più giusto. Aleggiava su noi tutti un’idea foscoliana di eternità declinata non all’insegna dei sepolcri, ma delle idee del socialismo. Adesso mio padre ha 87 anni.
[...]

Note

Il testo integrale dell'articolo non è disponibile on line.
Se desideri sottoscrivere l'abbonamento al formato elettronico,
ti preghiamo di contattare l'ufficio abbonamenti:
abbonamenti@mosaicodipace.it

Ultimo numero

Quando le armi colpiscono le donne
OTTOBRE 2019

Quando le armi colpiscono le donne

In questo numero, il dossier è dedicato
al rapporto tra le mafie e la nonviolenza:
quali possibili risposte nonviolente
al potere criminale mafioso?
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Note

    Il testo integrale dell'articolo non è disponibile on line.
    Se desideri sottoscrivere l'abbonamento al formato elettronico,
    ti preghiamo di contattare l'ufficio abbonamenti:
    abbonamenti@mosaicodipace.it

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.27