La stagione del disarmo

6 ottobre 2008 - Tonio Dell’Olio

Troppo sbrigativo e avventato sarebbe chiedersi sia pur legittimamente: “Perché non l’hanno fatto quando erano al governo?” oppure considerare che si tratti di un’attenzione a corrente alternata. Ma quando D’Alema propone una coalizione per la moratoria del nucleare militare o Veronesi lancia un appello per i disarmo o, ancora, il "Corriere della sera" dedica la copertina del proprio settimanale alla riduzione delle spese militari… bisogna cogliere questo segnale.
Non serve dire: “L’avevamo detto prima noi” oppure considerare che sono anni e anni che raccogliamo firme, lanciamo appelli, promoviamo reti internazionali… sul disarmo oppure che ci abbiamo provato con una legge di iniziativa popolare per “Un futuro senza atomiche”…
Noi continuiamo a sperare di non trovarci di fronte alla collezione autunno-inverno di una maison di partito e che questo interesse sia una cosa seria da perseguire tutti insieme, senza vantare diritti di primogenitura per cercare seriamente di disinnescare il detonatore che pesa tragicamente sul mondo mietendo vittime anche quando non esplode perché distrae risorse dai reali bisogni della stragrande maggioranza degli abitanti del pianeta.

Ultimo numero

Rigenerare l'abitare
MARZO 2020

Rigenerare l'abitare

Dal Mediterraneo, luogo di incontro
tra Chiese e paesi perché
il nostro mare sia un cortile di pace,
all'Economia, focus di un dossier,
realizzato in collaborazione
con la Fondazione finanza etica.
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.36