Una vittoria storica

Faremo a lungo i conti con la vittoria dei democratici negli Stati Uniti, vittoria storica per molte ragioni...
6 novembre 2008 - Giancarla Codrignani

Faremo a lungo i conti con la vittoria dei democratici negli Stati Uniti, vittoria storica per molte ragioni. In primo luogo per la metodologia elettorale di cui anche in Italia si dovrà tenere conto: comizi a tappeto, lavoro porta a porta, ma anche milioni di telefonate e lavoro a tappeto di blog e e-mail. Soprattutto mobilitazione delle coscienze con il forte richiamo a principi non astratti e nuove, non facili politiche: nella lista delle promesse la riduzione delle emissioni di anidride carbonica anche con la produzione di auto elettriche, il ritiro delle truppe dall’Iraq e il controllo dei servizi segreti per evitare la costruzione di prove come è accaduto in Iraq a beneficio dell’attività diplomatica, l’eliminazione delle armi nucleari dal pianeta e anche la regolarizzazione dei milioni di armi private dei cittadini americani, il raddoppio degli aiuti Usa per dimezzare la povertà estrema, l’aborto, i matrimoni omosessuali....
È questo che ha portato ad una partecipazione eccezionale di votanti e alla maggioranza democratica nei due rami del Parlamento?
O è stato il richiamo implicito del colore della pelle che ha determinato sia la partecipazione dei più svantaggiati che di solito non andavano neppure ad iscriversi alle liste elettorali, sia i veri democratici che in Obama vedevano la svolta storica più forte per farla finita con il razzismo?
Obama è stato un manifesto vivente del suo motto: We can.
Speriamo che ce la possa fare anche nella guida della barca che si accinge a navigare acque tanto tempestose che non gli consentiranno di mantenere tutte le promesse.
E speriamo che l’auspicio possa valere anche in Europa.

Ma una cosa va evidenziata: il colore ha battuto il genere.

Ultimo numero

Il potere dei segni
MAGGIO 2019

Il potere dei segni

Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.20