POLITICA

La religione della paura

Dalla profezia dell’Arena al triste e preoccupante populismo etnico.
Verona si riveste di paura, di ossessione della sicurezza, di estremismo, di una logica tribale e di religione civile settaria.
Sergio Paronetto

Le paure sono tante come le solitudini. È bene vederle e attraversarle, capirne i motivi. Una paura incontrollata, scriveva M.L.King, può generare “una covata di fobie” e avvelenare il clima sociale. Soprattutto se diventa merce elettorale usata per conquistare il consenso politico a tutti i costi. È ciò che è successo a Verona, città ricca di iniziative civili e di risorse democratiche (molti ricordano gli incontri areniani dei “Beati i costruttori di pace” o il “Giubileo degli oppressi”), diventata cantiere di un progetto tribale e autoritario in proiezione europea.
[...]

Note

Il testo integrale dell'articolo non è disponibile on line.
Se desideri sottoscrivere l'abbonamento al formato elettronico,
ti preghiamo di contattare l'ufficio abbonamenti:
abbonamenti@mosaicodipace.it

Ultimo numero

Rigenerare l'abitare
MARZO 2020

Rigenerare l'abitare

Dal Mediterraneo, luogo di incontro
tra Chiese e paesi perché
il nostro mare sia un cortile di pace,
all'Economia, focus di un dossier,
realizzato in collaborazione
con la Fondazione finanza etica.
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Note

    Il testo integrale dell'articolo non è disponibile on line.
    Se desideri sottoscrivere l'abbonamento al formato elettronico,
    ti preghiamo di contattare l'ufficio abbonamenti:
    abbonamenti@mosaicodipace.it

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.36