Benito e Rachele

26 novembre 2008 - Tonio Dell'Olio

L'iniziativa, presentata dal responsabile del Movimento Sociale – Fiamma Tricolore della Basilicata, riguarderà soltanto cinque piccoli comuni di quella regione. Il partito si impegna a donare 1.500 euro per ogni bambino che, nato nel corso del 2009 verrà battezzato col nome di Benito o di Rachele. Le finalità dichiarate dell'operazione sono di mantenere viva la memoria del Duce e di sua moglie, di incrementare le nascite e di sostenere economicamente le famiglie.

Vista la singolarità dell'iniziativa, i giornali l'hanno presentata come una notizia di colore di cui si può parlare nel bar o dalla parrucchiera. Persino la prestigiosa BBC britannica ha dato rilievo alla proposta! Temo invece che si tratti di un sintomo che saremo costretti a registrare sempre più frequentemente nel prossimo futuro. La contingenza economica e i sacrifici cui le famiglie saranno sottoposte, stimolano la fantasia di quanti vorranno utilizzare questa condizione per imporre la propria volontà. E costringere per necessità a compiere scelte che in condizioni normali la povera gente non farebbe mai. Per intanto speriamo proprio che a Calvera, Carbone, Cersosimo, Fardella e S. Paolo Albanese non ci sia l'incremento dei Benito marchiati dalla cattiva stella della miseria.

Ultimo numero

Rigenerare l'abitare
MARZO 2020

Rigenerare l'abitare

Dal Mediterraneo, luogo di incontro
tra Chiese e paesi perché
il nostro mare sia un cortile di pace,
all'Economia, focus di un dossier,
realizzato in collaborazione
con la Fondazione finanza etica.
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.36