Le speranze dei credenti

Una rivisitazione della Populorum Progessio e i sogni di una chiesa capace di leggere la storia, il mondo e le verità, a partire dai segni dei tempi.
Mons. Luigi Bettazzi (Presidente Centro Studi Economico-Sociali per la Pace – Pax Christi Italia)

Credo che la Populorum Progressio sia frutto della riflessione sulla chiesa dei poveri. Credo sia stato lo Spirito Santo a guidare il Concilio e che esso si sia servito anche dei movimenti che fin dal principio insistevano perché si prendesse posizione sullo sviluppo, a partire dalla difesa dei poveri.
Progressio vuol dire sviluppo: la Populorum Progressio fin da principio enuncia che il nuovo nome della pace è lo sviluppo dei popoli. È abbastanza semplice nella struttura: parte riconoscendo nella questione sociale una questione mondiale, che lo sviluppo integrale deve essere lo sviluppo della persona nella sua interezza, dell’essere integrale, non soltanto su un piano puramente materiale o economico e infine deve essere solidale.
[...]

Note

Il testo integrale dell'articolo non è disponibile on line.
Se desideri sottoscrivere l'abbonamento al formato elettronico,
ti preghiamo di contattare l'ufficio abbonamenti:
abbonamenti@mosaicodipace.it

Ultimo numero

Rigenerare l'abitare
MARZO 2020

Rigenerare l'abitare

Dal Mediterraneo, luogo di incontro
tra Chiese e paesi perché
il nostro mare sia un cortile di pace,
all'Economia, focus di un dossier,
realizzato in collaborazione
con la Fondazione finanza etica.
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Note

    Il testo integrale dell'articolo non è disponibile on line.
    Se desideri sottoscrivere l'abbonamento al formato elettronico,
    ti preghiamo di contattare l'ufficio abbonamenti:
    abbonamenti@mosaicodipace.it
    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.36