POTERE DEI SEGNI

I poveri e la povertà

Gesù si alzò da tavola, depose le vesti, si cinse con un grembiule e si mise a lavare i piedi agli apostoli. Questa è l’immagine di una Chiesa povera. Di potere.
Ignazio Pansini

Audiant et laetentur. I poveri ascoltino e si rallegrino. Perché nella povertà è la salvezza. Perché la povertà è la porta che permette l’accesso in Dio. Perché i poveri hanno un difensore: Gesù. Diventa chiara, quindi, la scelta di campo operata senza tentennamenti da don Tonino. L’amore per Gesù non poteva che fargli fare una scelta preferenziale per quanti in Cristo avevano trovato conforto e speranza. Ma chi sono i poveri? Chi bisogna intendere per “povero”?
[...]

Note

Il testo integrale dell'articolo non è disponibile on line.
Se desideri sottoscrivere l'abbonamento al formato elettronico,
ti preghiamo di contattare l'ufficio abbonamenti:
abbonamenti@mosaicodipace.it

Ultimo numero

Il potere dei segni
MAGGIO 2019

Il potere dei segni

Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Note

    Il testo integrale dell'articolo non è disponibile on line.
    Se desideri sottoscrivere l'abbonamento al formato elettronico,
    ti preghiamo di contattare l'ufficio abbonamenti:
    abbonamenti@mosaicodipace.it
    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.20