PAROLA A RISCHIO

Buoni e cattivi

Giocare al capoclasse di turno è di grande attualità e, nell’apporre quell’affascinante linea di demarcazione, si ripropone quotidianamente la vecchia ripartizione di ruoli tra Caino e Abele.
Lidia Maggi e Angelo Reginato

Ripartiamo dall’attenzione posta sulle parole più comuni, quelle che abitano il nostro quotidiano, ma che domandano un diverso sguardo, simile a quello del poeta, del profeta. In fondo, le Scritture ebraico-cristiane mirano proprio a questo. Hanno la pretesa di accendere uno sguardo diverso sul mondo, di suscitare esseri umani dall’occhio penetrante. Che non ritengono di saper già vedere (una pretesa che rende ciechi: Gv 9, 39-41) ma sentono il bisogno di “comprare collirio per curare gli occhi e vederci” (Ap 3,18).
[...]

Note

Il testo integrale dell'articolo non è disponibile on line.
Se desideri sottoscrivere l'abbonamento al formato elettronico,
ti preghiamo di contattare l'ufficio abbonamenti:
abbonamenti@mosaicodipace.it

Ultimo numero

Rigenerare l'abitare
MARZO 2020

Rigenerare l'abitare

Dal Mediterraneo, luogo di incontro
tra Chiese e paesi perché
il nostro mare sia un cortile di pace,
all'Economia, focus di un dossier,
realizzato in collaborazione
con la Fondazione finanza etica.
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Note

    Il testo integrale dell'articolo non è disponibile on line.
    Se desideri sottoscrivere l'abbonamento al formato elettronico,
    ti preghiamo di contattare l'ufficio abbonamenti:
    abbonamenti@mosaicodipace.it

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.36