CONFINI

Il popolo degli invisibili

La morte di una giovane ragazza ivoriana interroga fortemente le nostre coscienze.
Monica Massari (Sociologa, lavora presso l’università “L’Orientale” di Napoli e l’università della Calabria)

Joy. È incredibile come i nomi possano evocare immagini, sensazioni, suoni spesso contraddittori. In particolare quando significano gioia, come appunto in questo caso. Joy è il nome di una ragazza africana di 24 anni. Una giovane nigeriana che, alla metà di marzo, è stata trovata moribonda sul ciglio di una strada di campagna della periferia di Bari, dove lavorava. Un cliente ha chiamato la polizia perché Joy tossiva e perdeva sangue dalla bocca.
[...]

Note

Il testo integrale dell'articolo non è disponibile on line.
Se desideri sottoscrivere l'abbonamento al formato elettronico,
ti preghiamo di contattare l'ufficio abbonamenti:
abbonamenti@mosaicodipace.it

Ultimo numero

Ponti
SETTEMBRE 2019

Ponti

Quando gli angeli si accorsero che gli sventurati uomini
non potevano superare i burroni e gli abissi
per svolgere le loro attività, al di sopra di quei punti
spiegarono le loro ali e la gente cominciò a passare su di esse.
Per questo la più grande buona azione è costruire un ponte.
Ivo Andrić
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Note

    Il testo integrale dell'articolo non è disponibile on line.
    Se desideri sottoscrivere l'abbonamento al formato elettronico,
    ti preghiamo di contattare l'ufficio abbonamenti:
    abbonamenti@mosaicodipace.it

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.26