Obiettivo 5: migliorare la salute materna

19 maggio 2009 - Tonio Dell’Olio

Mezzo milione di donne muore ogni anno per complicazioni che si potrebbero prevenire, collegate alla gravidanza o al parto. Ma niente paura per le donne che hanno in corso una maternità o ne hanno pianificato una e che leggono questa notizia. Ci riferiamo alle donne che abitano l’Africa o alcune zone dell’Asia. Insomma a coloro che abitano la miseria. O che sono abitate dalla miseria. Una miseria (non uso appositamente la parola povertà) che si abbatte impietosamente sui soggetti più deboli. E le donne, si sa, sin dall’inizio della storia del mondo hanno dovuto saldare il conto più alto. Mi ricordo i versi di una canzone di Fabrizio De Andrè che parlando del parto dice: “Gioia e dolore hanno il confine incerto, nella stagione d’essere madre” (ho citato a memoria).
Se è vero che i disastri della miseria sono sempre crudeli, quando si abbattono sul momento solenne della nascita, diventano una vergogna insopportabile per tutta l’umanità. Possiamo fare qualcosa. Dobbiamo fare qualcosa.

Ultimo numero

Un mondo a colori
FEBBRAIO 2020

Un mondo a colori

Noi dobbiamo avviare processi, più che occupare spazi.
Dio si manifesta nel tempo ed è presente nei processi della storia.
Questo fa privilegiare le azioni che generano dinamiche nuove.
E richiede pazienza, attesa.
Papa Francesco, 21 dicembre 2019
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.32