Contro il pizzo cambia i consumi

L’esperienza del Comitato Addiopizzo. Tappe di un percorso per la liberazione dell’economia dalle mafie.
Elisabetta Cangelosi (Addiopizzo, Palermo)

Le storie di solito si raccontano dall’inizio, ma questa storia preferisco raccontarla da un punto intermedio, per due ragioni. La prima è semplice: se si vuole conoscere l’inizio della storia basta cercarlo sul sito www.addiopizzo.org.
La seconda è una ragione teorica: quello di cui voglio parlare è un momento, quasi uno scatto fotografico, di un percorso; dove siamo, che stiamo facendo e perché. Una tappa di un percorso che ha come punto d’arrivo, utopico e azzardato forse, la liberazione dell’economia e del territorio dal controllo mafioso. L’antimafia del resto si può e si deve fare in tanti modi diversi, creando reti ma anche specializzazioni operative, senza mai perdere di vista il quadro complessivo.
[...]

Note

Il testo integrale dell'articolo non è disponibile on line.
Se desideri sottoscrivere l'abbonamento al formato elettronico,
ti preghiamo di contattare l'ufficio abbonamenti:
abbonamenti@mosaicodipace.it

Ultimo numero

Un mondo a colori
FEBBRAIO 2020

Un mondo a colori

Noi dobbiamo avviare processi, più che occupare spazi.
Dio si manifesta nel tempo ed è presente nei processi della storia.
Questo fa privilegiare le azioni che generano dinamiche nuove.
E richiede pazienza, attesa.
Papa Francesco, 21 dicembre 2019
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Note

    Il testo integrale dell'articolo non è disponibile on line.
    Se desideri sottoscrivere l'abbonamento al formato elettronico,
    ti preghiamo di contattare l'ufficio abbonamenti:
    abbonamenti@mosaicodipace.it
    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.32