IRAN

Tra passato e futuro

L’Iran tra storia e cambiamenti, tra memoria e possibili domani: una resistenza che parte da lontano.
Enrico Peyretti (Ricercatore per la pace nel Centro Studi “Domenico Sereno Regis” di Torino, esponente MIR/MN)

È difficile commentare gli avvenimenti iraniani mentre sono in corso. Si rischia di vederli con occhi occidentali che guardano, di solito dall’alto in basso, gli altri mondi. Nello stesso tempo, però, possiamo porci alcuni interrogativi importanti, come il rapporto tra nonviolenza e rivoluzione, o democrazia e giustizia. Si comincia a poter leggere sia documenti sui precedenti storici, sia commenti della stampa internazionale, con sguardo non soltanto occidentale. Il nostro primo interesse è verificare nei fatti di ieri e di oggi se è possibile una storia nonviolenta, cioè delle forme di lotta per i diritti dei popoli e delle persone che usano mezzi umani e non mezzi violenti.
[...]

Note

Il testo integrale dell'articolo non è disponibile on line.
Se desideri sottoscrivere l'abbonamento al formato elettronico,
ti preghiamo di contattare l'ufficio abbonamenti:
abbonamenti@mosaicodipace.it

Ultimo numero

Ponti
SETTEMBRE 2019

Ponti

Quando gli angeli si accorsero che gli sventurati uomini
non potevano superare i burroni e gli abissi
per svolgere le loro attività, al di sopra di quei punti
spiegarono le loro ali e la gente cominciò a passare su di esse.
Per questo la più grande buona azione è costruire un ponte.
Ivo Andrić
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Note

    Il testo integrale dell'articolo non è disponibile on line.
    Se desideri sottoscrivere l'abbonamento al formato elettronico,
    ti preghiamo di contattare l'ufficio abbonamenti:
    abbonamenti@mosaicodipace.it
    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.26