BOLIVIA

Il risveglio indigeno

Proseguiamo la riflessione sulla storica approvazione della nuova Costituzione in Bolivia che ha riconosciuto i diritti della terra e degli indigeni.
Cristiano Morsolin

In un discorso al parlamento di La Paz, che voleva essere un bilancio dei suoi primi tre anni di governo, Evo Morales ex sindacalista dei contadini cocaleros e attuale presidente della Bolivia, ha affermato che “durante gli ultimi 20 anni il neoliberalismo ha approfondito la crisi statale e per questo la gente chiede una trasformazione profonda dello Stato, dell’economia e della società. L’approvazione e l’implementazione della nuova Costituzione politica chiuderà questo ciclo di crisi dando vita a un vero Stato autonomo. Lo Stato deve garantire la piena partecipazione di tutti i cittadini per forgiare l’identità, il potere sociale e comunitario di uno Stato plurinazionale e autonomo; per questo riconosciamo l’importante ruolo dei movimenti sociali boliviani in questo processo di costruzione”.
[...]

Note

Il testo integrale dell'articolo non è disponibile on line.
Se desideri sottoscrivere l'abbonamento al formato elettronico,
ti preghiamo di contattare l'ufficio abbonamenti:
abbonamenti@mosaicodipace.it

Ultimo numero

Ponti
SETTEMBRE 2019

Ponti

Quando gli angeli si accorsero che gli sventurati uomini
non potevano superare i burroni e gli abissi
per svolgere le loro attività, al di sopra di quei punti
spiegarono le loro ali e la gente cominciò a passare su di esse.
Per questo la più grande buona azione è costruire un ponte.
Ivo Andrić
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Note

    Il testo integrale dell'articolo non è disponibile on line.
    Se desideri sottoscrivere l'abbonamento al formato elettronico,
    ti preghiamo di contattare l'ufficio abbonamenti:
    abbonamenti@mosaicodipace.it
    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.26