Contromafie: tempi nuovi

26 ottobre 2009 - Tonio Dell’Olio

L’Italia non è il Paese delle mafie! Chiunque in questi giorni abbia avuto modo di partecipare anche solo a una parte di Contromafie, ha compreso che c’è un desiderio di riscatto e di impegno molto diffuso. Non parlo soltanto del numero delle persone che hanno partecipato alle plenarie dell’auditorium o hanno offerto il proprio contributo nei 17 gruppi di lavoro, quanto della grinta, della passione e del desiderio di cambiamento che si legge negli occhi di tanti giovani e non giovani.
Non è stato affatto il tempo delle dichiarazioni di principio e degli appelli, piuttosto quello della ridefinizione delle mappe geografiche dell’antimafia non solo in Italia ma nel mondo. I crimini ambientali non riguardano soltanto i territori in cui avvengono, ma avvelenano il senso di comunità; delle vittime di mafie non sono familiari solo mogli, mariti e figli, piuttosto quel sacrificio fa stringere vincoli forti di parentela tra tutti e tutte; le stragi dei campesinos colombiani da parte dei narcotrafficanti avvengono nella porta accanto.
Se solo anche la politica, tutta la politica, riuscisse a guardare nella stessa direzione del popolo di Contromafie, avremmo fatto rotta verso la terra liberata dal malaffare in cui i diritti non sono minacciati, il mare non è violato e anche il cielo annuncia tempi nuovi.

Ultimo numero

Rigenerare l'abitare
MARZO 2020

Rigenerare l'abitare

Dal Mediterraneo, luogo di incontro
tra Chiese e paesi perché
il nostro mare sia un cortile di pace,
all'Economia, focus di un dossier,
realizzato in collaborazione
con la Fondazione finanza etica.
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.36