ECUMENISMO

Da Basilea in poi

Il cammino e il dialogo delle Chiese, dalla prima Assemblea ecumenica europea a oggi.
Luigi Sandri (Vaticanista, redattore della rivista Confronti)

Presi parte alla prima Assemblea ecumenica europea. Sapevo di assistere a un evento storico: quel convenire di cristiani delle varie Chiese europee, legati alle tre grandi famiglie cristiane del nostro continente – il cattolicesimo, l’ortodossia, la riforma – non aveva precedenti. Allora, non scordiamolo!, l’Europa era spaccata in due blocchi contrapposti, anche se, a Est, la presenza di Mikhail Gorbaciov alimentava molte speranze. Noi non sapevamo, nel maggio 1989, che nel novembre successivo sarebbe caduto il muro di Berlino. Vivevamo, dunque, in spem contra spem. E con la coraggiosa iniziativa di Basilea le Chiese – dopo aver dato, nella storia, molte amare contro-testimonianze di lotte intestine, chiusure grette e profezie vuote – una volta tanto offrivano un contributo importante per dimostrare che una Chiesa altra, e un’Europa altra, erano possibili.
[...]

Note

Il testo integrale dell'articolo non è disponibile on line.
Se desideri sottoscrivere l'abbonamento al formato elettronico,
ti preghiamo di contattare l'ufficio abbonamenti:
abbonamenti@mosaicodipace.it

Ultimo numero

Rigenerare l'abitare
MARZO 2020

Rigenerare l'abitare

Dal Mediterraneo, luogo di incontro
tra Chiese e paesi perché
il nostro mare sia un cortile di pace,
all'Economia, focus di un dossier,
realizzato in collaborazione
con la Fondazione finanza etica.
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Note

    Il testo integrale dell'articolo non è disponibile on line.
    Se desideri sottoscrivere l'abbonamento al formato elettronico,
    ti preghiamo di contattare l'ufficio abbonamenti:
    abbonamenti@mosaicodipace.it
    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.36