DIRITTI UMANI

Dei diritti e delle pene

Riflessioni sulla pena di morte: un laboratorio didattico condotto a Roma, gli spunti, il lavoro svolto, le prospettive.
Giovanna Verna (Docente di italiano e latino presso il liceo scientifico ”M. Malpighi” di Roma)

“Questa inutile prodigalità di supplicii, che non ha mai resi migliori gli uomini, mi ha spinto a esaminare se la pena di morte sia veramente utile e giusta in un governo ben organizzato. Qual può essere il diritto che si attribuiscono gli uomini di trucidare i loro simili?”.
Ecco le parole di Cesare Beccaria, quelle che aprono il XXVIII capitolo del celebre trattato Dei delitti e delle pene, stampato nel 1764, quelle che da cinque anni mi capita di riproporre agli studenti delle prime classi del liceo scientifico “M. Malpighi” di Roma, all’avvio delle due ore di un laboratorio sulla pena di morte.
[...]

Note

Il testo integrale dell'articolo non è disponibile on line.
Se desideri sottoscrivere l'abbonamento al formato elettronico,
ti preghiamo di contattare l'ufficio abbonamenti:
abbonamenti@mosaicodipace.it

Ultimo numero

Ponti
SETTEMBRE 2019

Ponti

Quando gli angeli si accorsero che gli sventurati uomini
non potevano superare i burroni e gli abissi
per svolgere le loro attività, al di sopra di quei punti
spiegarono le loro ali e la gente cominciò a passare su di esse.
Per questo la più grande buona azione è costruire un ponte.
Ivo Andrić
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Note

    Il testo integrale dell'articolo non è disponibile on line.
    Se desideri sottoscrivere l'abbonamento al formato elettronico,
    ti preghiamo di contattare l'ufficio abbonamenti:
    abbonamenti@mosaicodipace.it
    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.26