Secondo augurio per l’anno nuovo

29 dicembre 2009 - Tonio Dell’Olio

Rigorosamente da riciclare nel bidone giusto i plastici delle case di Garlasco, Erba, Cogne e Brenda e si prenda ad approfondire piuttosto i casi di Luigi Ioculano (1998), Sergio Cosmai (1985) e Francesco Marcone (1996). Se anche voi vi state chiedendo chi sono, è perché nessun salotto mediatico finora se n’è mai occupato, ma i familiari chiedono ancora verità e giustizia.
Ecco un buon augurio per il 2010: l’apparizione di un’informazione che dia peso alle notizie importanti. Ne avrei tante da suggerire ai Bruno Vespa che affollano i programmi di... approfondimento: l’acqua e i cambiamenti climatici, la guerra nel Kivu e i diritti umani in Cina, gli obiettivi del millennio e i licenziamenti in Italia.
Puntate monografiche su personaggi? Propongo: Christian Poveda, Gustavo Montayo, Liu Xiaobo, Margot Kaessmann, Haminatu Haidar... Non sapete chi sono? Peccato. “Porta a porta” non ha mai dedicato loro una mezza puntata.
E poi un’informazione attenta alla bellezza in cui siamo immersi, al nuovo i cui germogli timidamente si affacciano sui rami teneri dopo l’inverno, a quanto nasce dal basso e che non ha voce in capitolo, né immagine in tv.
Un anno nuovo per davvero!

Ultimo numero

Ponti
SETTEMBRE 2019

Ponti

Quando gli angeli si accorsero che gli sventurati uomini
non potevano superare i burroni e gli abissi
per svolgere le loro attività, al di sopra di quei punti
spiegarono le loro ali e la gente cominciò a passare su di esse.
Per questo la più grande buona azione è costruire un ponte.
Ivo Andrić
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.26