Bienvenidos a casa

9 aprile 2010 - Tonio Dell'Olio

Il nuovo corso politico dell’Ecuador si segnala ancora per idee innovative che producono cambiamenti importanti nelle condizioni di vita dei propri cittadini. Le politiche a favore del rientro in patria degli emigranti costituiscono un esempio illuminante a questo riguardo. Da tempo il governo ecuadoriano, tramite il SENAMI – Segreteria nazionale del Migrante, aveva varato il “Plan Bienvenidos a Casa”. Ebbene tra il 2008 e il 2009 sono rientrati nel Paese 11.890 persone che se ne erano andate a cercare lavoro altrove. Il programma prevede sei piani di azione. Uno è il “Vinculos” che favorisce i contatti tra il migrante e la propria famiglia tramite l’uso di reti sociali e di un portale internet dedicato.
A questo si aggiunge ‘Acompañamiento al Retorno Físico’ che facilita un rientro dignitoso nel proprio contesto di origine grazie a un sistema di microcredito per imprese agricole e zootecniche che assumono immigrati che ritornano e altro ancora. Questo ha significato uno sforzo economico da parte del governo ma ne vale la pena perché si tratta di un investimento. Intelligenze e forze che sono destinate all’esodo beneficando altre nazioni, possono essere molto più utili all’Ecuador. Un articolo specifico della nuova costituzione obbliga il governo a queste politiche.

Ultimo numero

Rigenerare l'abitare
MARZO 2020

Rigenerare l'abitare

Dal Mediterraneo, luogo di incontro
tra Chiese e paesi perché
il nostro mare sia un cortile di pace,
all'Economia, focus di un dossier,
realizzato in collaborazione
con la Fondazione finanza etica.
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.36