Buone notizie da El Salvador

21 giugno 2012 - Tonio Dell'Olio

Secondo le statiche ufficiali El Salvador, il bellissimo Paese centroamericano, è tra i più violenti al mondo con la media di 14 omicidi al giorno. A commetterli sono soprattutto le bande giovanili dette Mara o Pandillas. Giovani che hanno vissuto l'esperienza della migrazione negli Usa, ne hanno sofferto la forte emarginazione e che hanno trovato nell'uso della forza e nella violenza efferata un facile strumento di riscatto sociale ed esistenziale. Rappresentano il pericolo numero uno. Bande che, solo a nominarle fanno spavento. MS 13, Distretto 18... Si calcola che siano circa 50.000 i giovani che aderiscono a queste formazioni, tant’è che 9.300 sono quelli detenuti. Nello scorso mese di marzo è stato segretamente firmato un discutibile patto di non belligeranza tra governo e delinquenti. Ma il vero segnale di speranza è avvenuto ieri. Durante una celebrazione eucaristica svoltasi in un carcere, alcuni importanti capi banda si sono pubblicamente impegnati a fermare le azioni violente delle loro formazioni. Dall’8 marzo al 18 giugno si sono registrati 603 omicidi, 591 in meno (49,9%) dello stesso periodo del 2011.

Ultimo numero

Rigenerare l'abitare
MARZO 2020

Rigenerare l'abitare

Dal Mediterraneo, luogo di incontro
tra Chiese e paesi perché
il nostro mare sia un cortile di pace,
all'Economia, focus di un dossier,
realizzato in collaborazione
con la Fondazione finanza etica.
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.34