SEMINARIO DI STUDI

Un cantiere senza progetto

Seminario di studi organizzato in occasione dell’uscita del libro, lunedì 26 novembre 2012 dalle ore 16:00 alle ore 19:00 presso i Missionari Saveriani di Brescia (in via Piamarta, 9)
7 novembre 2012 - CEM Mondialità

UN CANTIERE SENZA PROGETTO
L’Italia delle religioni – Rapporto 2012 (EMI editrice, pp. 368 – euro 18.00)

“L’accurato e poliedrico rapporto preparato dal protestante Naso e dal cattolico Salvarani, da anni tra i più qualificati attori nel dialogo ecumenico e interreligioso nel nostro paese (è) un vademecum preziosissimo che ci si potrebbe augurare diventasse emanazione regolare di qualche organismo pubblico più attento al fenomeno religioso...”
(Enzo Bianchi, La Stampa, 06.10.2012)

“Se prima non potevamo non dirci cristiani, ora non possiamo non dirci multireligiosi (...). I 35 autori del Rapporto 2012 sull’Italia delle religioni pensano che questa nuova Italia vada esplicitata e descritta. Per dare il senso dei lavori un corso nel Paese, i curatori del volume Naso e Salvarani ricorrono alla metafora del cantiere”
(Marco Ventura, Corriere della Sera, 29.07.2012)

Introdurranno l’iniziativa padre Mario Menin, direttore di Missione Oggi e di Ad Gentes, e Lorenzo Fazzini, direttore della casa editrice EMI; presenterà Brunetto Salvarani, concuratore del volume.
Interverranno Mauro Castagnaro, redattore di Missione Oggi; don Fabio Corazzina, redattore di Missione Oggi; don Flavio Dalla Vecchia, biblista, docente di Sacra Scrittura presso l’Università Cattolica di Milano; Marco Dal Corso, teologo; Franco Ferrari, caporedattore di Missione Oggi e responsabile de I Viandanti; Giovanni Ferrò, caporedattore di Jesus; Adel Jabbar, sociologo; don Piero Lanzi, redattore di Missione Oggi; Lucrezia Pedrali, condirettrice di CEM Mondialità; Stefania Romano, membro della presidenza provinciale delle ACLI bresciane; Marino Ruzzenenti, redattore di Missione Oggi; Gabriele Smussi, redattore di Missione Oggi
Il seminario si impone di essere un momento di riflessione e ricerca per cercare di rispondere a domande fondamentali, quali: come cambia lo scenario religioso italiano? Qual è l'atteggiamento degli italiani oggi davanti alle altre religioni presenti nel paese? A che punto è il dialogo interreligioso in Italia? E qual è, in tutto ciò, il posto della "laicità"? Questo secondo Rapporto sull'Italia delle religioni, coordinato da Paolo Naso e Brunetto Salvarani, fotografa le attuali dinamiche del fenomeno multireligioso in ebollizione, ripartendo dall'immagine del Muro di vetro - "che ci mostra gli uni agli altri ma non permette l'interazione" - del Rapporto 2009. La barriera non è ancora infranta, ma stiamo ora come in mezzo a un cantiere delle fedi nello spazio pubblico...
Contributi di: Stefano Allievi, Gino Battaglia, Paolo Bertezzolo, Giancarlo Bosetti, Riccardo Burigana, Augusto Cavadi, Giampiero Comolli, Gaëlle Courtens, Marco Dal Corso, Antonio Delrio, Donato Di Sanzio, Giovanni Ferrò, Renzo Gattegna, Gian Mario Gillio, Mariachiara Giorda, Michele Lipori, Maria Antonietta Maggio, Marco Marzano, Armando Matteo, Alberto Melloni, Ai Nagasawa, Paolo Naso, Enzo Pace, Alessia Passarelli, Edoardo Patriarca, Davide Pelanda, Marinella Perroni, Brunetto Salvarani, Luigi Sandri, Stefania Sarallo, Iacopo Scaramuzzi, Cristina Simonelli, Valentina Savelli, Letizia Tomassone, Luciano Zappella.
Paolo Naso - Giornalista e docente di Scienze politiche presso il Corso di Laurea in Scienze Storico Religiose dell'Università La Sapienza oltre che presso l'Istituto Religioni e culture della Pontificia Università Gregoriana.
Brunetto Salvarani - Teologo e scrittore, dirige il mensile interculturale "CEM mondialità" e il periodico del dialogo cristiano-ebraico "QOL". Insegna Teologia del dialogo presso la FTER di Bologna.

Info CEM Mondialità - 030 3772780 - cemsegreteria@saveriani.bs.it -
Il volume è reperibile presso la Libreria dei Popoli – 030 3772780 – libreria@saveriani.bs.it

Ultimo numero

Ponti
SETTEMBRE 2019

Ponti

Quando gli angeli si accorsero che gli sventurati uomini
non potevano superare i burroni e gli abissi
per svolgere le loro attività, al di sopra di quei punti
spiegarono le loro ali e la gente cominciò a passare su di esse.
Per questo la più grande buona azione è costruire un ponte.
Ivo Andrić
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.26