Secondo coscienza

19 marzo 2013 - Tonio Dell'Olio

Mi ha sempre fatto sorridere amaramente la formula utilizzata dai partiti tradizionali in alcune circostanze della vita parlamentare quando il capogruppo o il segretario dichiaravano: "Abbiamo lasciato i nostri parlamentari liberi di votare secondo coscienza". Puntualmente mi chiedevo piuttosto come votavano solitamente. Ritengo che gli elettori scelgano i propri rappresentanti proprio perché votino secondo coscienza. Potrà piacerci o no ma "votare secondo coscienza" è sicuramente meglio ed eticamente più coerente che votare secondo ordini di scuderia, sulla base di strategie di partito, secondo le logiche della contabilità tattica o dell'opportunità del momento. Quella della coscienza per i credenti è la voce di Dio in ciascuna persona, per chi dice di non credere è adesione profonda alle proprie convinzioni personali, etiche, ideali... Il dibattito che si è sviluppato in questi giorni attorno all'elezione dei presidenti di Camera e Senato è francamente ancora più fuori luogo perché si trattava di scegliere non un orientamento o una legge, quanto una persona che meglio potesse garantire i valori e il funzionamento dei luoghi più alti della nostra democrazia. Non votare secondo coscienza in passato è servito a garantire interessi e privilegi personali o di categoria, di gruppi di potere e di cittadini più uguali degli altri, a varare leggi e strumenti che destinavano risorse a scatole vuote e le sottraevano a servizi utili (quando non indispensabili) per i cittadini, a promuovere politiche economiche infami e a consacrare come vero ciò che era palesemente falso. Cari deputati e senatori, per favore, per Costituzione, per amore del Paese, votate sempre secondo coscienza! Forse non riuscirete sempre a salvaguardare la vita di una maggioranza instabile o di una coalizione, ma almeno avrete rianimato un pezzo di verità. Forse il rinnovamento della politica passa anche attraverso la coerenza delle scelte della coscienza e non delle segreterie.

Ultimo numero

Rigenerare l'abitare
MARZO 2020

Rigenerare l'abitare

Dal Mediterraneo, luogo di incontro
tra Chiese e paesi perché
il nostro mare sia un cortile di pace,
all'Economia, focus di un dossier,
realizzato in collaborazione
con la Fondazione finanza etica.
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.36