ALAS

15 maggio 2015 - Tonio Dell'Olio

Negli ultimi dieci anni, come Libera International, ho visitato molti paesi dell'America Latina, alla ricerca di organizzazioni, associazioni, contatti che potessero offrire il proprio contributo come antimafia sociale. Dal basso, sull'esempio italiano di Libera, dall'associazione culturale all'istituto di ricerca, dalla comunità indigena al gruppo di educatori di strada, dall'associazione delle vittime della violenza dei narcos a quella contro la tratta delle donne, offrono quotidianamente il proprio contributo non solo per alleviare le ferite ma anche per generare il cambiamento. La speranza è di generare reti. Tessere reti. Perché se ciascuno mette in comune la propria professionalità, le conoscenze, la sensibilità e la passione, cominciamo a rispondere efficacemente alla globalizzazione delle mafie con la globalizzazione della speranza. Sono organizzazioni che provengono dal Perù, dal Brasile, dall'Ecuador, dal Messico, dalla Colombia... e in questi giorni, insieme, a Città del Messico, stiamo tenendo la nostra prima assemblea. Racconti, strategie, riflessioni, esperienze... per tessere un altro domani, per rispondere alla violenza della mafia capitalista e del capitalismo mafioso. Perché, da queste parti, le transnazionali sono peggio dei cartelli dei narcos e, a volte, sono loro alleati insieme a governi locali corrotti. La rete si chiama ALAS, che in spagnolo significa ali e sta per America Latina Alternativa Social. E adesso abbiamo compreso che prendere il volo non è più un esercizio impossibile.

Ultimo numero

Un mondo a colori
FEBBRAIO 2020

Un mondo a colori

Noi dobbiamo avviare processi, più che occupare spazi.
Dio si manifesta nel tempo ed è presente nei processi della storia.
Questo fa privilegiare le azioni che generano dinamiche nuove.
E richiede pazienza, attesa.
Papa Francesco, 21 dicembre 2019
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.32