L’umiltà dell’ascolto

1 febbraio 2017 - Tonio Dell'Olio

Più che la malafede preoccupa l’ignoranza. Succede tante volte. E l’ignoranza, come le buone intenzioni, continua a lastricare il pavimento dell’inferno. Dei fenomeni sociali, così come delle tante situazioni che ci circondano e degli stessi fatti di cronaca, sappiano realmente poco. Ci si accontenta del salotto di Porta a porta o delle notizie scarne e superficiali, talvolta sensazionalistiche. Raramente si riesce a cogliere le profondità e a comprendere cosa si nasconde realmente nelle pieghe o nelle piaghe di certi comportamenti. Per questo mi colpisce molto positivamente la scelta del CELAM – Conferenza dei vescovi dell’America Latina, che dal 3 al 5 febbraio prossimo, convoca i vescovi del Sudamerica a Bogotà per partecipare a un corso che illustrerà loro “come affrontare e gestire casi di abuso su minorenni”. Ascoltare, conoscere, apprendere. Per comprendere innanzitutto il dolore delle vittime, il loro grido, la loro voce. E poi cercare di illuminare le ragioni perverse che possono portare a usare quella violenza che a me pare la peggiore di tutte. Quella che utilizza il proprio potere e la propria credibilità, il senso di fiducia e la fragilità. Ecco, mi colpisce favorevolmente che ci siano, in giro per il mondo, persone anche autorevoli che sappiano porsi umilmente in ascolto e che ‘sanno di non sapere’. Entrare in punta di piedi nel dolore degli altri. Per servire meglio tanto la giustizia quanto la verità.

Ultimo numero

Rigenerare l'abitare
MARZO 2020

Rigenerare l'abitare

Dal Mediterraneo, luogo di incontro
tra Chiese e paesi perché
il nostro mare sia un cortile di pace,
all'Economia, focus di un dossier,
realizzato in collaborazione
con la Fondazione finanza etica.
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.36