Fatelo sapere ai giovani

16 gennaio 2018 - Tonio Dell'Olio

Se n'è andato – come si dice in questi casi – il "partigiano pacifista". Aldo Sola avrebbe compiuto 104 anni tra qualche giorno (7 febbraio) e pochi giorni fa se n'era andata anche sua moglie Mara. Si era unito ai partigiani dell'Istria, ma non aveva mai utilizzato le armi. Curava i feriti, assisteva quelli che avevano bisogno, i malati di tifo. La Resistenza per lui era diventata una scelta di vita, uno stile, un modo di schierarsi stando da una parte: "Stare dalla parte dei deboli, del diritto, della democrazia: l’ho fatto nel '43 come nel Dopoguerra e negli Anni 70". E infatti il partigiano Toni (questo il suo nome sui monti) si era impegnato anche a fianco dei bambini disabili come pediatra, come consulente dell'Anfass, come psicoterapeuta in sintonia con Franco Basaglia. E poi era stato sindaco di Vigliano Biellese. "Mi commuovo se ripenso alla decisione che presi allora – aveva ripetuto in un'ultima intervista -. Ci fu coraggio, ma fu una cosa naturale: volevo stare dalla parte giusta". Ditelo, ditelo ai giovani.

Ultimo numero

Con una matita in mano
FEBBRAIO 2018

Con una matita in mano

La politica deve ritrovare il suo spazio.
Nell’antica “agorà”, luogo privato e pubblico al tempo stesso, l’uomo occidentale potrà tornare a interrogarsi e le sofferenze private potranno essere finalmente pensate e vissute come problemi condivisi, comuni e politici.
Zygmund Bauman
abbonatiscrivi ad alexscrivi alla redazione

articoli correlati

Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.5.7