Una volta sognai

28 giugno 2018 - Tonio Dell'Olio

Oggi ricorre il decimo anniversario dell'inaugurazione di quel monumento alla pace e alla speranza e all'accoglienza e all'abbraccio che è la “Porta d'Europa” di Mimmo Palladino, collocata in area Cavallino bianco, in vista mare, sull'isola di Lampedusa. È una porta senza porte. Una porta coraggiosa che non fa calcoli ed è pronta a far passare tutti senza rischiare che - foss'anche un colpo di vento - si sbatta le porte in faccia a qualcuno. Mi piace celebrare questo anniversario con la poesia “Una volta sognai” che il cuore, la mente e la creativa sensibilità di Alda Merini partorirono per quella circostanza.

Una volta sognai

di essere una tartaruga gigante

con scheletro d’avorio

che trascinava bimbi e piccini e alghe

e rifiuti e fiori

e tutti si aggrappavano a me,

sulla mia scorza dura.

Ero una tartaruga che barcollava

sotto il peso dell’amore

molto lenta a capire

e svelta a benedire.

Così, figli miei,

una volta vi hanno buttato nell’acqua

e voi vi siete aggrappati al mio guscio

e io vi ho portati in salvo

perché questa testuggine marina

è la terra

che vi salva

dalla morte dell’acqua.

Ultimo numero

Rigenerare l'abitare
MARZO 2020

Rigenerare l'abitare

Dal Mediterraneo, luogo di incontro
tra Chiese e paesi perché
il nostro mare sia un cortile di pace,
all'Economia, focus di un dossier,
realizzato in collaborazione
con la Fondazione finanza etica.
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.36