La forza del sogno

6 dicembre 2018 - Tonio Dell'Olio

“Molte volte sognando un fiore lo si fa nascere”. Non so a chi sia da attribuire esattamente questa frase. Ma forse nemmeno me ne importa. So solo che, ritrovandola in mezzo a vecchi appunti, mi ci sono soffermato. Inevitabilmente l'ho riletta con gli occhi dell'oggi. Ho lasciato che quelle poche parole fossero attraversate dal fiume di sensazioni, informazioni, vite, passioni e ferite della sfera personale e di quella comunitaria, estesa e diffusa. Alla fine mi sono detto che non solo non è sbagliato sognare in un mondo in cui la nebbia della violenza e dell'odio sembra spegnere ogni colore e ogni profumo di vita – persino quello del Natale incombente – ma che è vitale irrigare i nostri giorni con la forza dei sogni. Che proprio lì risiede l'inizio di un cammino che fa nascere cose nuove. Ecco, la novità di vita è figlia del sogno. Ed è così che mi sono ricordato di un'altra frase: “Ciascuno cresce solo se sognato”. È di Danilo Dolci che lo dice da poeta, da mistico e rivoluzionario, da nonviolento ed educatore, da animatore sociale in terre e tempi forse più difficili dei nostri. Ha avuto coraggio. Forse proprio perché ha osato sognare.

Ultimo numero

Il grido della terra
APRILE 2019

Il grido della terra

Non possiamo fare a meno di riconoscere che
un vero approccio ecologico diventa un approccio sociale,
che deve integrare la giustizia nelle discussioni sull'ambiente,
per ascoltare tanto il grido della terra quanto il grido dei poveri
Laudato Si’, 49
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.19