Soleinsieme

11 marzo 2019 - Tonio Dell'Olio

Con una lanterna in mano andiamo alla ricerca affannosa di buone notizie. Non è che non ci siano, è che non si fanno sentire, non fanno parlare di sé, sono discrete e, troppo spesso, invisibili. Per questo scelgo di dar voce a Franca che a Reggio Calabria dopo 20 anni impossibili di matrimonio con un soggetto psicolabile che le usava violenza ovviamente in nome di quello che chiamano “amore sbagliato”, “amore geloso”, “amore possessivo” e che in effetti tutto è tranne che “amore”, decide di fuggire insieme ai suoi tre figli e denunciare. Viene accolta dalla Comunità Agape che l'accompagna e la protegge e, nel 2014, mettendo a frutto la sua professionalità di sarta, dà vita a “Soleinsieme” una cooperativa sartoriale. Nel 2016 riesce ad aggiudicarsi un bene confiscato alla 'ndrangheta di Gioacchino Campolo, il “re dei video-poker” e oggi ha proprio in quei locali gli spazi per mostrare la propria collezione stagionale o per intervenire per piccoli lavori di riparazione. Insomma Franca si è trasformata da vittima in imprenditrice e oggi riesce persino ad occupare altre donne. Già, donne. Nè fate, né streghe. Maestre di resilienza. 

Ultimo numero

Il potere dei segni
MAGGIO 2019

Il potere dei segni

Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.20