Non si finisce mai d'imparare

5 aprile 2019 - Tonio Dell'Olio

Non lo so voi, ma io dall'incontro con le persone ho sempre, inappuntabilmente, qualcosa da imparare. Se poi si tratta di gente che abita lontano o arriva dall'altra parte dell'oceano o del Mare che diciamo Nostro, si scatena dapprima la curiosità, poi il desiderio della comparazione e infine la scienza che dà luogo all'apprendimento. Se a incontrarsi poi sono le culture o le civiltà, non c'è spazio a contenere novità, crescita, interesse, conoscenza e scienza. Pensate a quante parole italiane sono di derivazione araba, e ce ne sono in diverse scienze. Nella matematica l'algoritmo, l'algebra e l'introduzione dello zero (sifr, da cui deriva il termine “cifra”) tant'è che i numeri vengono ancora detti arabi. In cucina dal caffè allo zucchero alla trippa, e in astronomia dallo zenit all'azimuth, al nadir. Per non parlare dell'agricoltura: limoni, arance, carciofi, albicocche, zafferano. In chimica l'alambicco e l'alchimia e non solo. Ma anche il taccuino e l'almanacco, l'elisir e lo scirocco, l'azzurro e il lilla. Oggetti, sapori e conoscenze trasportate dalle carovane (carwan) e che spesso abbiamo gradito o discusso, seduti su un divano (divan). Sono arrivati fino a noi da paesi arabi e musulmani. Con un salto pindarico (questa volta la derivazione è greca) potremmo dire che se i nostri avi avessero tenuto chiusi i nostri porti saremmo tutti molto più poveri (ignoranti) in matematica, in botanica, chimica, astronomia e migliaia di altre cose. Per questo Papa Francesco dice: “L’integrazione, non è mai né assimilazione né incorporazione, è un processo bidirezionale, che si fonda essenzialmente sul mutuo riconoscimento della ricchezza culturale dell’altro: non è appiattimento di una cultura sull’altra, e nemmeno isolamento reciproco, con il rischio di nefaste quanto pericolose ghettizzazioni”.

Ultimo numero

Il grido della terra
APRILE 2019

Il grido della terra

Non possiamo fare a meno di riconoscere che
un vero approccio ecologico diventa un approccio sociale,
che deve integrare la giustizia nelle discussioni sull'ambiente,
per ascoltare tanto il grido della terra quanto il grido dei poveri
Laudato Si’, 49
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.19