Cambiamenti climatici in silenzio

9 luglio 2019 - Tonio Dell'Olio

É un vero peccato che il mondo variegato dell'informazione (agenzie, radio, online...) ieri, come colpite da un morbo di amnesia collettiva, si siano dimenticate di dare notizia di 250 esperti del mondo scientifico italiano che hanno scritto ai presidenti della repubblica, del senato, della camera e del consiglio, una lettera dal titolo: "Il riscaldamento globale è di origine antropica". "É urgente e fondamentale affrontare e risolvere il problema dei cambiamenti climatici – inizia così la lettera -. Chiediamo che l’Italia segua l’esempio di molti paesi Europei, e decida di agire sui processi produttivi ed il trasporto, trasformando l’economia in modo da raggiungere il traguardo di ‘zero emissioni nette di gas serra’ entro il 2050". E per me resta un mistero francamente incomprensibile il silenzio su una questione “estremamente importante ed urgente, per l'Italia come per tutti i paesi del mondo. Politiche tese alla mitigazione e all'adattamento a questi cambiamenti climatici dovrebbero essere una priorità importante del dibattito politico nazionale per assicurare un futuro migliore alle prossime generazioni”.

Ultimo numero

La notte che ha cambiato il mondo
NOVEMBRE 2019

La notte che ha cambiato il mondo

Un dossier dedicato al Muro.
Quel Muro che ha condizionato la storia.
La notte tra il 9 e il 10 novembre 1989 la gente piccona,
distrugge e abbatte il Muro di Berlino.
E finisce un'era, dando inizio a una nuova.
PiĆ¹ sicura?
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.29