In direzione contraria alla pace

20 novembre 2019 - Tonio Dell'Olio

La politica internazionale unilaterale che gli Usa di Trump stanno mettendo in atto è pericolosa. L'ultima trovata di riconoscere come legali gli insediamenti dei coloni israeliani nei Territori palestinesi occupati è una minaccia alla pace, la negazione del diritto internazionale, una mancanza di riconoscimento dell'autorità delle Nazioni Unite. Giacinto Boulos Marcuzzo, vicario patriarcale per Gerusalemme e la Palestina, ha detto che si tratta di “Una pessima notizia per la pace. Una dichiarazione da condannare”. Mons. Marcuzzo è una persona onesta e buona che da 60 anni abita in Palestina – Israele e continua a credere in una soluzione pacifica della crisi tra le due parti e in una convivenza possibile tra israeliani e palestinesi. Tutto il contrario di Mike Pompeo che invece ha dichiarato che “la dura verità è che non vi sarà mai una soluzione legale del conflitto e le argomentazioni su chi ha ragione e chi ha torto dal punto di vista delle leggi internazionali non porteranno mai la pace”. Marcuzzo chiede la reazione della comunità internazionale ed è convinto che quella scelta “va in direzione opposta alla pace, ai diritti dei popoli e delle persone. Come è possibile annettersi terre che appartengono ai palestinesi senza il loro consenso? Chi sono gli Usa per deciderlo?”.

Ultimo numero

Mediterraneo arca di pace?
GENNAIO 2020

Mediterraneo arca di pace?

Un numero speciale, monografico,
in occasione dell'incontro su
"Mediterraneo, frontiera di pace",
organizzato dalla Cei a Bari in febbraio 2020,
e nello sfondo del messaggio di papa Francesco
per la Giornata mondiale della Pace,
"La pace come cammino di speranza:
dialogo, riconciliazione e conversione ecologica".
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.31