I disegni di Valeria

27 aprile 2020 - Tonio Dell'Olio

Valeria ha compiuto tre anni da qualche giorno. Anche lei da più di 40 giorni sta in casa. I suoi genitori se ne inventano una dopo l'altra per poter rendere più lieve, proficuo e bello questo tempo da trascorrere insieme. Che non sia un peso ma un'opportunità. Non una condanna ma un'occasione. E così tra bolle di sapone, letture ad alta voce, capriole all'indietro da imparare, un po' di cartoni in tivvù, disegni e videoincontri con nonni e parenti, il tempo non passa, si vive. Alla fine Valeria sembra anche contenta di questa situazione che non aveva messo in conto: vivere tutto questo tempo con i suoi genitori e suo fratello. Il 22 aprile scorso, 50ma Giornata della terra, si è pensato di celebrare la ricorrenza con un disegno. Valeria si è impegnata creativamente come sempre (?) e, dopo aver disegnato un sole giallo, un blu mare in basso con similpesci che nuotano, ha tracciato un cerchio imperfetto e all'interno ha disegnato vari oggetti indefiniti e tre figure: una linea verticale piantata per terra alla cui sommità c'è un piccolo cerchio con due puntini (evidentemente degli occhi) e, poco più in basso, una linea piccola (evidentemente una bocca). A quel punto la domanda nasce spontanea: “Chi sono queste tre persone?” La risposta che spariglia: “Non sono persone, sono fiori”. Di qui conseguentemente: “Ma se hanno occhi e bocca...”. Risposta: “Sono fiori felici”. All'inizio di questa settimana vorrei regalare fiori felici a tutto il mondo.

Ultimo numero

Rigenerare l'abitare
MARZO 2020

Rigenerare l'abitare

Dal Mediterraneo, luogo di incontro
tra Chiese e paesi perché
il nostro mare sia un cortile di pace,
all'Economia, focus di un dossier,
realizzato in collaborazione
con la Fondazione finanza etica.
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.36