Il conto del presidente

27 luglio 2020 - Tonio Dell'Olio

Di tutta l'inchiesta giudiziaria che interessa il presidente della regione Lombardia non mi scandalizza tanto l'intrigo che vede coinvolta lui e parte della sua famiglia con un "conflitto d'interessi molto interessato" su cui indagherà la magistratura, quanto il conto svizzero. Un conto condonato per il rientro da un paradiso ancor più paradisiaco nelle Bahamas. Un conto per il quale non ho sentito levarsi voci scandalizzate ma che francamente, quanto meno non è di buon esempio da parte di chi, per le politiche da mettere in campo nella propria regione, utilizza i soldi dei contribuenti italiani da cui lui si tira egregiamente fuori. Egregio, infatti, ci ricordava Mons. Luigi Bettazzi l'8 luglio scorso con una lettera aperta agli evasori fiscali, vuol dire "fuori, al di sopra del gregge". Non è di buon esempio perché, fa notare sempre Bettazzi: "Questa è una grossa ingiustizia: quanto viene portato fuori dalla nazione è stato raggranellato con il lavoro dei concittadini e utilizzando le leggi (e le sottigliezze) dello Stato. È triste pensare che la nazione vi abbia fatti crescere e sviluppare fino al punto di poterla tradire". Prima ancora che l'inchiesta in corso è questo che ci offende sul piano etico. E dire che a Varese, città del presidente, tutto questo è normale, significa cucire una toppa peggiore del buco.

Ultimo numero

Rigenerare l'abitare
MARZO 2020

Rigenerare l'abitare

Dal Mediterraneo, luogo di incontro
tra Chiese e paesi perché
il nostro mare sia un cortile di pace,
all'Economia, focus di un dossier,
realizzato in collaborazione
con la Fondazione finanza etica.
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.36