Pena di morte

Bielorussia e Uzbekistan sono gli ultimi Paesi dell'ex Unione Sovietica a praticare ancora la pena di morte e costituiscono l'ostacolo finale da superare per rendere l'Europa e l'Asia centrale una “zona libera dalla pena di morte”.
Questo l'appello di Amnesty International, che ha recentemente lanciato un rapporto dal titolo “Bielorussia e Uzbekistan: gli ultimi carnefici. Verso l'abolizione della pena di morte nell'ex spazio sovietico”.
In questi Paesi, le condanne a morte vengono emesse al termine di processi iniqui, spesso sulla base di ‘confessioni' estorte con maltrattamenti e torture.
Né i prigionieri nel braccio della morte né i loro parenti vengono informati sulla data di esecuzione…

Ulteriori informazioni:
Amnesty International Italia – Ufficio stampa
tel. 06/4490224.

Il rapporto sulla Bielorussia e l'Uzbekistan è disponibile presso il sito di Amnesty International: http://www.amnesty.org

Ultimo numero

L'abbraccio
LUGLIO 2019

L'abbraccio

Il Documento sulla fratellanza umana,
per la pace mondiale e la convivenza comune,
firmato ad Abu Dabhi
da papa Francesco e dal Grande Imam,
è di importanza storica.
Un dossier per capire le novità, le strade aperte,
il dialogo e le prospettive.
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.24